Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

La rabbia del Governatore durante il punto stampa di venerdì 3 luglio: «Siamo passati da Rt=0,43% a Rt=1,63%». Pronta per lunedì 6 luglio una nuova ordinanza regionale

Il Governatore Zaia durante il punto stampa di venerdì 3 luglio

«E' successo quello che vi avevo preannunciato: il Veneto è passato da regione a "rischio basso" a "rischio elevato" perché abbiamo un Rt dell'1,63% e, fino a pochi giorni avevamo un Rt a 0,43%».

Il Governatore del Veneto, Luca Zaia, è una furia durante il punto stampa di venerdì 3 luglio dedicato all'emergenza Coronavirus. «Prendiamo atto di avere a che fare con persone irresponsabili che sui social media, e non solo, diffondono informazioni false che ci costeranno decine di vite umane. Se si continua ad ascoltare i complottisti che sostengono ancora che il virus sia un'invenzione e si va in giro senza mascherine o non rispettando le regole, il Veneto dovrebbe essere considerato una regione a rischio elevatissimo - ha detto Zaia -. Quando il virus tornerà forte qui non ce ne sarà più per nessuno. Non voglio terrorizzare i veneti ma oggi è una giornata molto negativa. Non chiedetemi se il virus tornerà ad ottobre: il virus è già qui. Abbiamo 5 positivi, 3 a Vicenza, 1 a Padova e 1 a Verona. Questi casi hanno dato vita a 52 isolamenti fiduciari in provincia di Vicenza e 37 in provincia di Verona. A me non sembra normale che accada questo. A Vicenza un positivo al virus, tornato in Italia dalla Serbia, ha rifiutato il ricovero in ospedale ma in questi casi il ricovero dovrebbe essere coatto - continua Zaia - Se si mette a rischio la saluta pubblica bisogna mettere i ricoveri e Tso obbligatori. Questa persona ora è ricoverata in Rianimazione. Uno dei colleghi che viaggiava con lui in auto viveva in provincia di Padova e l'altro in provincia di Verona. Entrambi, entrati in contatto con decine di persone, hanno provocato decine di isolamenti fiduciari nelle due province. Sono veramente rammaricato - conclude Zaia - Abbiamo dato disposizioni di tolleranza zero e, se ci saranno gli estremi, provvederemo a denunciare tutte le persone che adotteranno comportamenti irresponsabili. Chi pensa sia tutto finito si sbaglia. E' una cosa gravissima ed è assurdo che la Legge prevede una multa di solo mille euro per chi gira senza mascherina o continua a circolare pur sapendo di aver potuto contrarre il virus nei giorni precedenti. Questa gente va denunciata. Lunedì presenteremo una nuova ordinanza regionale a riguardo» conclude il Governatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video del punto stampa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento