menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione elettrica Terna a Volpago: «Salute e ambiente siano le priorità»

Il caso della stazione elettrica trevigiana è stato rinviato dalla commissione ambiente in Regione. Appello del consigliere Zanoni: «Si ascoltino sindaci e associazioni»

«La stazione elettrica di Volpago del Montello approda in commissione Ambiente, sarà l’occasione per portare alla luce le vere intenzioni della Giunta Zaia. Da che parte si schiera? Con Terna o con i sindaci e i cittadini che rappresentano?» 

È quanto afferma Andrea Zanoni, consigliere del Pd dopo che la mozione, di cui è primo firmatario, nelle scorse ore è stata ‘rinviata’ in Seconda commissione, dove lo stesso esponente democratico è vicepresidente. «La mozione contro la stazione elettrica, sottoscritta oltre che dal Pd anche da Lista AMP, M5S e Liberi e Uguali, fa proprie le preoccupazioni di un intero territorio. Sono ben 18 i sindaci che hanno chiesto di non realizzarla, poiché temono sia propedeutica alla realizzazione del temuto super elettrodotto da 380mila volt Scorzè-Volpago che interesserebbe con piloni alti decine di metri anche i Comuni di Zero Branco, Morgano, Paese e Trevignano. Nonostante le proteste e una petizione con migliaia di firme, Zaia lo scorso novembre ha sottoscritto con Terna un protocollo che prevede questo scempio che mangerà ben 80mila metri quadri di terreno agricolo - protesta Zanoni - Mi auguro che il passaggio in Commissione non sia però una formalità e vengano fatte audizioni non solo con i sindaci, ma anche con associazioni e gruppi locali che da tempo seguono questa tematica. Terna - chiude il consigliere del Pd - fa i propri interessi da privato, ma la Regione deve mettere al primo posto la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente, certo più importanti di qualsiasi infrastruttura». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento