rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Attualità Zero Branco

Zero Branco, inaugurata la nuova palestra alla presenza del Ministro D’Incà

Il Sindaco Durighetto: «Questa struttura prioritaria nella nostra agenda». Il Ministro D’Incà: «Zero Branco comunità dei giovani e dello sport»

Grande partecipazione, questa mattina, all’inaugurazione della nuova Palestra Comunale di Zero Branco, realizzata quale ampliamento al Palazzetto dello sport esistente in Via Alvaro. La cerimonia ha visto, in particolare, la presenza del Ministro per i Rapporti con il Parlamento On. Federico D’Incà, oltre ovviamente al Sindaco di Zero Branco Luca Durighetto con il Consigliere con delega allo Sport Andrea Favaretto e agli altri rappresentanti dell’Amministrazione Comunale. Presenti inoltre il Sindaco del Consiglio Comunale dei ragazzi Riccardo Zanotto, la pallavolista Veronica Michieletto in rappresentanza degli atleti zerotini, Mario Sanson, Delegato del Coni di Treviso ed il parroco don Corrado Cazzin. Oltre a moltissimi giovani delle realtà sportive del paese e alle allenatrici della Nazionale Italiana Volley Sorde.

“Questa palestra è stata, volutamente, la prima in assoluto di una serie di opere pubbliche che abbiamo messo in cantiere nel nostro Comune. Mettendola in cima alle priorità della nostra agenda amministrativa abbiamo preso un impegno chiaro, prendendoci in carico un dovere verso i nostri giovani e così nei confronti delle associazioni che la utilizzeranno” ha detto il Sindaco Luca Durighetto, “le società sportive, d’altronde, rappresentano le poche alternative che le nuove generazioni hanno tra l’essere lasciate a loro stesse, o accompagnate solo dai genitori, o viceversa dall’avere la possibilità di crescere, in un contesto che faccia crescere i giovani come persone e cittadini migliori. Investimenti di questo tipo, oltre a confermare il ruolo centrale dello sport, sono convinto possano avere un ritorno positivo per tutta la comunità. E soprattutto possono dare speranza”.

Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, On. Federico D’Incà, con cui le associazioni sportive di Zero Branco, tramite l’Amministrazione Comunale, si erano confrontate in una riunione in videoconferenza nel maggio scorso, ha sottolineato: “Zero Branco è un paese per giovani, che mette al centro lo sport ed i bisogni della propria comunità. E questa è la direzione giusta. Lo sport, che ci fa gioire in televisione, è prima di tutto aggregazione, veicolo per imparare il rispetto reciproco, la perseveranza, il sacrificio, il vivere insieme agli altri ed il voler raggiungere i propri obiettivi. Anche per questo, come Governo, all’interno del PNRR abbiamo stanziato 1 miliardo di euro, di cui 700 milioni per realizzare nuovi palazzetti ed impianti sportivi e 300 milioni per riammodernare le strutture esistenti, aspetto di cui c’è assolutamente bisogno. Allo stesso tempo, tra le novità dell’ultima Legge di Bilancio, l’inserimento dell’insegnante di Educazione Fisica già nella Scuola Primaria. Si tratta di una grande novità, che significa mettere al centro la pratica sportiva che è sinonimo, innanzitutto, di salute”.

A spiegare l’importanza della struttura per la comunità zerotina il Consigliere con delega allo Sport Andrea Favaretto, che ha dichiarato: “Sono orgoglioso di poter vedere inaugurata questa nuova palestra, richiesta da tempo dalle nostre società sportive. Circa 1400 ragazzi praticano sport nei nostri impianti e la necessità di spazi è, da prima del Covid, molto sentita anche per le attività motorie rivolte a persone di tutte le età. Il nostro inoltre è un Comune in controtendenza, in cui le nascite e le nuove coppie che decidono di formare la propria famiglia qui sono in aumento: tutto ciò, unito all’opera esemplare delle società sportive, che portano in alto il nome di Zero Branco in Italia e nel mondo, rendeva quest’opera necessaria e quantomai fondamentale”. Ringraziamenti sono andati a Marco Smaniotto e Ivano Gobbo, rispettivamente geometra del Settore Sviluppo e Investimenti e architetto del Comune di Zero Branco, all’intero Ufficio Tecnico e alla ditta Costruzioni Rusalen di Meduna di Livenza, esecutrice dei lavori.

La nuova palestra, progettata dall’Ufficio Tecnico Comunale, ultimata e collaudata nelle scorse settimane dopo circa 8 mesi di cantiere, ha visto lavori per complessivi 700 mila euro, così suddivisi: 259 mila euro di fondi propri, 441 mila euro quale mutuo agevolato, a interessi zero per il Comune, accedendo ad uno specifico Bando di finanziamento presso l’Istituto per il Credito Sportivo. La struttura, con riscaldamento a pavimento ed impianto di illuminazione a led, è stata realizzata nel rispetto dei cosiddetti Criteri Ambientali Minimi. Durante i lavori, inoltre, è stata garantita piena continuità agli allenamenti delle associazioni sportive, tramite il montaggio di una tensostruttura attrezzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zero Branco, inaugurata la nuova palestra alla presenza del Ministro D’Incà

TrevisoToday è in caricamento