Armadi refrigerati dalla Marca per gli ospedali di Lombardia ed Emilia Romagna

La Dal Santo di Fossalunga di Vedelago ha contributo alla fornitura di un'ingente quantità di frigoriferi e armadi congelatori in acciaio inox necessari alla lotta contro la pandemia

In foto Mario e Gabriele Dal Santo

A causa dell'emergenza Coronavirus, la Croce Rossa e le organizzazioni di volontariato di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna hanno inviato una urgente richiesta di aiuto.

C'era bisogno di un'ingente quantità di frigoriferi e armadi congelatori in acciaio inox necessari alla lotta contro la pandemia in atto. Una richiesta raccolta dal Italpizza Spa di Modena, leader nel settore di pizze surgelate, e da Frigo Box di Scandiano di Reggio, che da tempo lavorano in sinergia con l’azienda di Vedelago Dal Santo Srl. L’impellente esigenza è stata accolta dall'azienda specializzata nelle lavorazioni in acciaio inox che ha messo a disposizione della Croce Rossa Italiana ed agli altri Enti preposti al contrasto della pandemia, un importante quantitativo di armadi congelatori in acciaio inox prodotti dalla divisione Dalmec Refrigerazione di Istrana. Gli armadi refrigerati sono stati consegnati alla CRI e distribuiti ai vari centri Covid-19 che ne avevano fatto richiesta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Dal Santo di Fossalunga di Vedelago non è comunque nuova a iniziative benefiche: nel disastro dell’ottobre-novembre del 2018, i molti dipendenti dell’azienda rinunciarono al classico dono natalizio - panettone e bottiglia - per aiutare la comunità agordina e la montagna bellunese colpita dal nubifragio. L’azienda ha poi integrato l’importo della rinuncia dei dipendenti con un proprio importante contributo. In quella occasione i titolari Mario e Gabriele Dal Santo e una rappresentanza comunale di Vedelago si recarono a Rivamonte Agordino per consegnare l’assegno al sindaco Nino Deon con il quale sono legati da una profonda amicizia, e alleviare in qualche modo le sofferenze di quel paesino di montagna. «Siamo sempre stati convinti - ha detto Mario Dal Santo – che nei momenti di difficoltà e di bisogno, fratellanza, sostegno e sensibilità creano unione delle comunità. E ancora una volta - ha concluso – le aziende italiane stanno dimostrando la centralità  e l’importanza del proprio ruolo nel tessuto sociale, anche in un contesto emergenziale come quello che stiamo attraversando».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento