rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Aziende Castelfranco Veneto

Noigroup: settanta nuove assunzioni per la cooperativa trevigiana

Il primo semestre del 2018 promette importanti segnali di crescita e un anno destinato a essere ricco di grandi risultati per la cooperativa di Castelfranco Veneto

La cooperativa Noigroup di Castelfranco Veneto guarda positivamente al bilancio annuale grazie a un primo semestre 2018 in cui ha superato gli obiettivi prefissati, con ricavi in crescita del 15% rispetto allo stesso periodo del 2017, in un fatturato diviso per il 45% con il settore Pubblico e per il 55% con il Privato.

In questo periodo, di valore è stato anche il capitale umano, con oltre 70 svantaggiati inseriti nelle attività della cooperativa, che ha portato ad ottenere una percentuale superiore al 30% dei lavoratori così definibili. Decisamente importante anche la distribuzione totale dei dipendenti: il 73% sono donne e il 27% sono uomini, oltre il 95% dei soci in possesso di diploma o laurea, assunzioni in costante crescita e oltre il 75% dei dipendenti ha un contratto a tempo indeterminato. La tendenza di questa fine anno sarà di sviluppare sempre di più i rapporti con l’imprenditoria privata. Con il settore pubblico Noigroup intende continuare la sua opera di servizio nella sanità, nella cultura, nell’economia e nell’amministrazione locale, nonché di musei e biblioteche. Su entrambi i fronti, in particolare, l’affidabilità della Cooperativa la sta facendo emergere nei rapporti con il mondo dei servizi finanziari, assicurativi e del welfare.

Afferma a tal proposito il presidente della cooperativa Fabio Panizzon: «La struttura è molto presente nella sanità in provincia di Treviso e Belluno, in questo momento c’è un po’ di apprensione in attesa delle gare regionali previste per il 2019/2020, ma siamo fiduciosi. Il gruppo è solido e il risultato dei primi 6 mesi è ottimista, abbiamo già raggiunto gli obbiettivi di budget». Anche nella Cooperativa affiliata, Pastificio Veneto, prosegue la crescita dei volumi di fatturato, fino al 26% di crescita nel primo semestre, a livello locale con i prodotti bio e vegani grazie ai tortelli con ripieno di ingredienti certificati e a km 0 come i Dop e gli Igp: Montasio, Asiago, Morlacco, Casatella e Radicchio Rosso di Treviso, tipici del territorio, mentre per quanto riguarda il mercato estero, inglese soprattutto, stanno spopolando le referenze al Jackfruit.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Noigroup: settanta nuove assunzioni per la cooperativa trevigiana

TrevisoToday è in caricamento