rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Aziende

Inizio d’anno d'oro per la Distilleria Castagner

La Germania si inchina dopo l'assaggio della grappa di Amarone

“Una vittoria per me e i miei collaboratori, una vittoria per tutta la grappa d’Italia! Adesso siamo davvero  pronti a conquistare il mondo”. Esordisce così Roberto Castagner dopo il riconoscimento decretato dalla giuria del Meininger’s International Spirit Award ISW 2021. Il prestigioso premio internazionale ha portato al mastro distillatore trevigiano due nuove medaglie d’oro.

A conquistare il pregiato metallo due eccellenze come Fuoriclasse Leon Amarone della Valpolicella Riserva Fuoriclasse Leon 7 Anni Riserva, prodotti che nel calice raccontano tutta la passione e la cura per il dettaglio che sono la cifra stilistica del mastro distillatore trevigiano.

La Grappa di Amarone “Fuoriclasse Leon” è una grappa riserva ottenuta dalla distillazione di vinacce di uve rosse della Valpolicella e invecchiata per 18 mesi in barrique. Al naso è elegante, avvolgente e profonda, dai profumi di frutta secca, caffè, tabacco e tante spezie dolci. Al palato è vellutata, armonica, fruttata, speziata e persistente.

Fuoriclasse Leon Grappa Amarone della Valpolicella Riserva rappresenta la produzione di Castagner più esclusiva di questo Cru. Nato dalla distillazione dei vitigni di origine del vino per eccellenza della regione Veneto, l'Amarone della Valpolicella, viene fatto invecchiare in piccole barrique di ciliegio e rovere, che gli donano un intenso colore ambrato e note speziate e di frutta matura.

La Distilleria Castagner

La Distilleria Castagner è un’importante realtà produttiva per la grappa di qualità in Veneto. Fondata nel 1998 a Visnà di Vazzola dal mastro distillatore Roberto Castagner, ha saputo imporsi in poco tempo come un punto di riferimento della distillazione, grazie soprattutto al perfetto connubio tra moderna tecnologia e antiche tradizioni.

Grazie all’innovativo sistema GrappaSystem, brevettato da Roberto Castagner, le vinacce vengono conservate fresche in atmosfera controllata in lunghi tunnel di plastica alimentare per alcuni mesi. Un tecnologico impianto chiamato “Buccia Pura” permette la separazione dei vinaccioli e dei raspi dalle bucce d’uva, in modo da garantire una materia prima perfetta. Grazie al sistema “K-selettiva”, messo a punto da Roberto Castagner, è possibile estrarre e selezionare solo le migliori sostanze aromatiche sfruttando, attraverso colonne di rame e il vapore acque, i differenti coefficienti evaporativi. Gli affinamenti si svolgono in una barricaia ampia e suggestiva che contiene oltre 1.600 barrique di rovere e ciliegio.

Un premio che segna, per i prodotti Castagner, anche una ripartenza all'insegna della fiducia nel futuro, dopo un anno in cui il settore dei distillati ha dovuto affrontare grandi sfide a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19 al comparto del fuori casa. Nel 2020, infatti, l'asportazione della grappa ha segnato un – 20% a causa della chiusura del mercato Horeca di tutto il mondo e degli aeroporti.

Nella competizione quest'anno non sono mancate le novità rendendo il sapore della vittoria per Castagner ancor più gratificante. Un doppio riconoscimento quello dell’International Spirits Competition che supporta il consolidamento in un mercato importante per la grappa come quello tedesco. Per questo motivo le medaglie di Castagner sono oro che luccica, dando visibilità a un sigillo di qualità.

143555950_2366707066807074_6870193194548091969_o-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inizio d’anno d'oro per la Distilleria Castagner

TrevisoToday è in caricamento