Aziende

Il prosecco rosé debutta come una star a Venezia

Arriva una nuova bollicina, tutta italiana, sul Red Carpet della 78° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica: è il sensualissimo Prosecco Doc Rosé di Ponte1948.

Il 1° settembre 2021 si aprirà ufficialmente la 78° edizione della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica a Venezia e la città come ogni anno si trasformerà in un meraviglioso palcoscenico calcato dalle più importanti star internazionali.

Tra le molte personalità amate ed acclamate dal grande pubblico debutta ufficialmente in platea mondiale una nuova bollicina, il Prosecco Doc Rosé di Ponte1948, varietà del tutto inedita dalle proprietà organolettiche sorprendenti che accompagnerà gli illustri ospiti e i tanti visitatori dell'Italian Pavilion in una vera e propria esplorazione dei sensi.

Ornato da un mantello rosa antico, elegante e delicato con preziosi riflessi tendenti al cipria, si presenta fresco e piacevolmente fruttato, regalando delicate note citrine che si esprimono soavemente in una sinfonia di pesca e mela rossa delicious. Avvolgente, sinuoso, è in grado di ammaliare al primo assaggio. Ama gli abbinamenti delicati della tradizione mediterranea, il sushi e il sashimi.

Un esordio in grande stile, frutto di una lunga e bella storia che risale al 2007 quando in casa Ponte si studiava una nuova tipologia di Prosecco dal colore rosato che ne mantenesse inalterate la freschezza e la versatilità, ma con una maggiore complessità aromatica e un perlage ancora più persistente.

Il segreto fu l'introduzione di un 15% di uvaggio a bacca nera, il Pinot Nero, che sapientemente abbinato alla restante percentuale di Glera diede vita all'alchimia perfetta.

Oggi finalmente, la consacrazione: Signore e Signori, ecco a voi sul red carpet in tutto il suo splendore, il Prosecco Doc Rosé, destinato a sedurre il mondo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prosecco rosé debutta come una star a Venezia

TrevisoToday è in caricamento