Aziende

Prosecco Rosé Rosalia, la via toscana

Si presenta il nuovo nato in casa Giusti, il primo passo di Graziana Grassini per portare i vini del Montello nel mondo

«Abbiamo pensato a un prodotto fatto per durare nel tempo, stabilizzandone il colore, i profumi e il perlage. – Afferma Graziana Grassini. “Si è partiti da uve scelte in parcelle selezionate, per poi dedicare attenzione particolare al colore, con un taglio con il Pinot Nero in presenza dei lieviti».

Nulla deve essere lasciato al caso: è questa l’idea con cui è stato pensato Rosalia Prosecco Rosé DOC, il primo vino ad essere lanciato dalla cantina, frutto della consulenza dell’esperta di fama internazionale Graziana Grassini. Un vino che l’enologa toscana ha saputo interpretare con cura e attenzione, senza fretta, dando alle uve il tempo di esprimersi al meglio – e che proprio per questo esce in aprile, senza seguire le tendenze ma piuttosto rispettando le necessità del vino.

Ermenegildo Giusti, imprenditore che dopo una vita in Canada ha deciso di omaggiare la sua terra portandone i prodotti nel mondo. Emigrante di ritorno, ha fatto rivivere aree abbandonate e incolte, salvando dal degrado del tempo l'Eremo di San Girolamo, restaurando l'abbazia benedettina distrutta dalle cannonate austriache nella Prima Guerra Mondiale e restituendola alla comunità.

«Il vino, come l'arte, è materia, colore, luce, appagamento dei sensi, follia e ragione, paziente ricerca e passione senza tempo». A dirlo è Ermenegildo Giusti della Giusti Wine, azienda trevigiana nata 20 anni fa nel Montello, a Nervesa della Battaglia. È una zona collinare circondata dall’alveo del Piave, una terra di biodiversità dove i vigneti si alternano ai boschi. Quello detto "dei Dogi" ha dato per secoli alla Serenissima i tronchi per le fondamenta di Venezia e per la sua flotta. Forse non ancora abbastanza valorizzata, è una zona di grande bellezza e con una storia di cui l'Abbazia di Sant’Eustachio è diventata un simbolo.

«Abbiamo voluto uno spumante che duri nel tempo perché Giusti Wine, sin dalla sua fondazione, si rivolge al mondo; – spiega Ermenegildo Giusti. “Questo vino, come tutti gli altri della nostra gamma, è pensato per viaggiare e offrire anche oltreoceano un prodotto perfetto a distanza di tempo dall’uscita dalla cantina».

Il Prosecco Rosé DOC è solo il primo passo del percorso iniziato con l'enologa toscana Graziana Grassini, scelta da Ermenegildo Giusti per la sua sensibilità internazionale e la grande professionalità con l’obiettivo di dare un’interpretazione originale ai vini del Montello.

Rosalia Prosecco Rosé DOC Giusti Wine 

Esprime al naso piacevoli ed eleganti sentori sia di frutta gialla che rossa: nocepesca, ciliegia e profumi floreali di rosa appena schiusa. Inizialmente si rivela fresco su fondo sapido; cresce poi la percezione di polposa morbidezza e un aroma di pesca matura. Ha un gusto secco, intenso ed elegantemente lungo. Perfetto come aperitivo, si accompagna con classe a crudités e fritti delicati di pesce e frutti di mare, ma anche a specialità più sapide come il Prosciutto di Parma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosecco Rosé Rosalia, la via toscana

TrevisoToday è in caricamento