rotate-mobile
Aziende Valdobbiadene / Via Giuseppe Garibaldi, 142

Bortolomiol racchiude cento anni di storia aziendale in un libro

Il volume dal titolo "Il sogno del Prosecco" (edito da Giunti), ripercorre le tappe di vita del fondatore Giuliano e dell’intera denominazione. La nuova edizione racchiude anche riflessioni sul biologico e la sostenibilità sulle Colline Unesco

Una copertina rilegata racchiude al suo interno narrazioni memorabili, rese ancora più tangibili dalla forma materica. Si possono toccare, sfogliare, vedere, leggere e sono, perciò, ancora più autentiche. Il Sogno del Prosecco, di Ettore Gobbato, rinasce in una nuova edizione più approfondita, edita da Giunti. Racconta la storia di Giuliano Bortolomiol, di una famiglia autentica, di vicissitudini di vita e di una passione tramandata fino a oggi. La nuova versione del libro contiene la prefazione del Professor Attilio Scienza che arricchisce lo scritto, esplorando in un dialogo uomo a uomo, il rapporto con la natura e con un distretto economico, quello del Prosecco Superiore, che ancora si doveva sviluppare, ma di cui Giuliano intravedeva grande potenziale. La nuova edizione racchiude inoltre alcune riflessioni attuali sul biologico e la sostenibilità e sulle Colline divenute Patrimonio Unesco.

Il libro

Il progetto del libro, la cui prima edizione risale al 2008, parte da lontano. Luigi Veronelli, una delle figure più importanti per il vino italiano, inserì Giuliano Bortolomiol nell’elenco dei “meritevoli” della collana I Semi a fine degli anni Novanta, raccolta dedicata agli uomini e alle donne che hanno valorizzato la terra in cui hanno vissuto e lavorato. La prima edizione, edita da Luigi Veronelli Editore sotto la supervisione di Gian Arturo Rota, ha coronato questa volontà. Un’eredità ora raccolta da Giunti Editore per farla conoscere al grande pubblico. «Il libro è una testimonianza che rimane nel tempo e che sta ritornando anche nell’era digitale. Abbiamo voluto pubblicare Il Sogno del Prosecco in onore di un grande uomo e di un vino, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, che è divenuto un caso di successo italiano nel mondo» afferma Marco Bolasco, direttore della divisione Libri Illustrati di Giunti Editore. Il Sogno del Prosecco è un elogio alla caparbietà e all’amore per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg. Il fondatore dell’azienda ha saputo fare della sua vocazione un lavoro, costruendo le fondamenta di quella che oggi è Bortolomiol. Le figlie hanno saputo cogliere la barbatella consegnata dal padre e farla crescere, ambendo sempre al meglio, valorizzando un vino e un territorio. Il ricordo e il valore di Giuliano sono stati celebrati dall’azienda anche con il restauro della moto Guzzi, simbolo indiscusso del suo percorso di vita. La moto, assieme al video mapping dedicato, diventeranno la base di un itinerario enoturistico. Il percorso, situato all’interno del Parco della Filandetta Wine & Art Farm, coinvolgerà il visitatore in un’esperienza multisensoriale alla scoperta della storia della Denominazione.

Il commento

«Il nostro è un progetto di famiglia, in cui guardiamo sempre al futuro, ma restiamo ancorati anche alle nostre radici e alle origini. Giuliano è stato un attore importante per il territorio, e per quella che oggi è la Denominazione. Con la sua competenza e lungimiranza ha contribuito a rendere il Prosecco Superiore un vino di successo internazionale» conclude Maria Elena Bortolomiol, presidente dell’azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bortolomiol racchiude cento anni di storia aziendale in un libro

TrevisoToday è in caricamento