Come andare avanti e rafforzare la resilienza

Le difficoltà, sono sempre dietro l’angolo. Se riflettiamo e manteniamo la lucidità, ci si accorge che, dopotutto, sono solo cose da superare

La resilienza, è un’attività formabile e che può essere sviluppata. La nostra capacità di riprenderci rapidamente dalle difficoltà può essere migliorata, nonché la nostra capacità di andare avanti, nonostante gli ostacoli che si presentano sulla nostra strada. Guarda e trai insegnamento dalle persone più resilienti che conosci e ti renderai conto che sono anche quelle che hanno affrontato difficoltà impensabili. Questa non è una coincidenza. Hanno semplicemente avuto le "opportunità" di allenarsi ed esercitare, come spirito di sopravvivenza, la resilienza.

Se pensi alla tua esperienza, potenzialmente i momenti di sofferenza e dolore sono stati quando hai costruito la tua resilienza emotiva e imparato e compreso di che pasta sei fatto, della serie “ciò che non ti uccide ti rende più forte".

La resilienza è insita nel nostro DNA

Siamo i discendenti dei sopravvissuti. Abbiamo accumulato migliaia di anni di intraprendenza, adattabilità e creatività dai nostri antenati. 

Sulla questione del nostro DNA resiliente. La resilienza è la nostra eredità condivisa, è il segno distintivo della nostra specie. Siamo creativi, siamo adattivi e la storia ha dimostrato che l'umanità in qualche modo, trova sempre un escamotage, anche quando tutto sembra suggerirci il contrario.

La resilienza si realizza in una mente stabile

Qualunque cosa accada, dobbiamo imparare a mettere un piede davanti all'altro, passo dopo passo, senza andare in panico e crollare.  L'incertezza ci priva della terra sotto i piedi e può condurre ad agitare la mente. Pertanto è fondamentale disporre di metodi, perché la stabilità alberghi le nostre menti. Insediare la mente, è molto diverso dal sopprimere pensieri ed emozioni. L'allenamento di meditazione, insegna come riportare le nostre menti al proprio stato naturale: calmo, chiaro e concentrato. Riposare nella consapevolezza, dona serenità.

La resilienza deve ancorarsi ad una motivazione

Ammettiamolo, affrontare gli ostacoli non è un compito facile. È normale sentirsi come se volessimo arrenderci. Ma smettere non è un'opzione. Connettersi con ciò che ci muove, allinearci con ciò che conta davvero, identificare i nostri valori e avere valide ragioni per superare le sfide, è la stella polare della nostra strategia di risoluzione dei problemi. Ci mantiene forti nel gioco della vita. Citando il filosofo Friedrich Nietzsche: "Chi ha un motivo per vivere, può sopportare quasi ogni come".

La resilienza è un’esperienza condivisa

Affrontare le difficoltà da soli, può farci sentire piccoli, indifesi e senza speranza. Una mancanza di connessione, può portare alla depressione e persino alla morte prematura. Secondo una ricerca sulla solitudine, un'insufficiente connessione sociale, può avere lo stesso effetto mortale del fumo di 15 sigarette al giorno.

La scienza, mostra ciò che istintivamente e primordialmente sappiamo già: insieme siamo più forti. Vivere come una tribù aumenta le nostre possibilità di sopravvivenza e resilienza, del resto siamo animali sociali.

Pertanto, in tempi di distanziamento sociale, assicurati di “incontrare” gli amici e la famiglia, attraverso la virtualità, se hai bisogno di aiuto prendi parte a gruppi di supporto e condividi saggiamente la tua vulnerabilità.

La resilienza richiede energia

Un atleta professionista segue rigorosamente un regime per le massime prestazioni basato su nutrizione, esercizio fisico, sonno adeguato e allenamento mentale. Questo perché, per costruire resistenza e aumentarla assieme alla resilienza, i loro corpi e le loro menti hanno bisogno di carburante, di riposo e una mentalità vincenti. Nella vita corrente, il mantra deve essere lo stesso, mente e corpo non devono essere trascurati, ma ricaricati e ”allenati”, un giorno dopo l’altro.

Non è semplice, ma non sottovalutare il potere della risata

Le difficoltà non sono uno scherzo, ma se riusciamo a mantenere la nostra visione semplice, ripartendo dall’essenza e dalle piccole cose che si hanno, allora si può riacquistare equilibrio e ci si concede di essere mentalmente più leggeri. Interessante da approfondire, uno studio che pone al centro il potere della risata e come questa abbia un ruolo cruciale, nell'alleviare la tensione e lo stress, rafforzare il sistema immunitario e migliorare l’umore producendo serotonina, endorfine e dopamina.

Soprattutto in questo momento, quando tutto è incerto e sembra insormontabile, cerca di sorridere e con la famiglia vicino, tutto può essere superato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento