La perdita di capelli post parto

I primi giorni della maternità sono abbastanza difficili e come se non fosse abbastanza, è frequente notare un’iniziale perdita di capelli. È spiacevole e scoraggiante, capiamone le cause

Le donne, dai primi giorni del parto, devono far fronte ad una nuova realtà e sottoporsi ad una serie di afflizioni, semplici da digerire. Il primo tra tutti, è vedere ciocche di capelli che le abbandonano, non proprio il massimo. In realtà, questa perdita di capelli perpetua, non è un problema esclusivo per le neomamme: le persone in media perdono circa circa da 50 a 100 ciocche di capelli ogni giorno, dopo il parto si mostra in modo più pronunciato. E’ ovvio che, vedere le proprie preziose ciocche sul pavimento, è decisamente più traumatico in un periodo così delicato e stressante, soprattutto dal punto di vista emotivo. Gli ormoni faranno il bello e cattivo tempo su di te, dalla gravidanza e oltre, ma ci sono buone notizie, perché queste montagne russe umorali cessino, devono trascorre almeno 6 mesi. Nel frattempo, ci sono modi per cercare di ridurre al minimo la perdita, massimizzando le risorse.

Se perdi i capelli dopo il parto, puoi incolpare i tuoi ormoni

La realtà, è che i tuoi ormoni impazziranno durante la gravidanza. Quei livelli fluttuanti di estrogeni e progesterone influenzano tutto, dalla carnagione al movimento dei legamenti. Tutti perdono i capelli ogni giorno, ma quando sei incinta, un cambiamento nei livelli ormonali interrompe la tipica perdita di capelli quotidiana. Una volta che il tuo bambino sarà nato e i tuoi ormoni tornano a un relativo stato di normalità, i tuoi capelli essenzialmente giocheranno a un gioco di recupero. Quindi, potresti notare che per un periodo di tempo dopo il parto perderai una quantità significativa di capelli, ma, in realtà, è equivalente alla quantità che avresti perso nei nove mesi precedenti, se non fossi stata incinta. Naturalmente, questo non aiuta a ridurre il livello di shock o di sgomento che potresti sentire, quando ad ogni carezza tra i capelli, avrai un ricordo tra le dita.

Saltare la tua vitamina prenatale quotidiana, potrebbe causare più perdita dopo il parto

Molte donne scoprono che, durante la gravidanza, la loro criniera è brillante e spessa. Ciò è in parte dovuto alla temporanea pausa nella caduta dei capelli, ma ha anche molto a che fare con i notevoli e preziosi nutrienti, confezionati in quelle vitamine prenatali che prendi ogni giorno. La maggior parte delle vitamine prenatali sono cariche di acido folico, che promuove la generazione di cellule, compresi i capelli e anche le unghie. Quindi continuare a prendere queste pillole dopo il parto, può aiutare a evitare la caduta dei capelli, in particolare se state allattando.

Va notato che molte donne che non sono in gravidanza e non hanno recentemente avuto un bambino, assumono vitamine prenatali, proprio per questi presunti benefici.  Tuttavia, il ferro e il calcio addizionati contenuti in queste pillole prenatali, possono avere effetti collaterali spiacevoli per coloro che non ne hanno bisogno. Regola è essere equilibrati e dosare, prendersi cura di noi stesse assicurandosi una dieta equilibrata, bere molta acqua, limitare la caffeina e l'alcool e rimanere fisicamente attivi, farà molto di più per la salute, compresi i capelli e la pelle, rispetto all'assunzione di vitamine esterne.

Potresti perdere i capelli, se non stai seguendo una dieta nutriente

La tua dieta quotidiana, può essere soggetta a limitazioni e controllo durante la gravidanza, quindi dopo la nascita del tuo bambino, potresti lasciarti andare e goderti tutte le cose cui hai rinunciato durante quei nove lunghi mesi. Inoltre, con un neonato a cui badare, può essere difficile trovare il tempo per preparare pasti sani e a tutto tondo. Tuttavia, mantenere una dieta nutriente dopo il parto, è della massima importanza per molte ragioni, non da ultimo il fatto di salvare la tua chioma. Le buone notizie? Vi sono molti alimenti che puoi mangiare, che promuovono la crescita dei capelli. Si consiglia la scelta di alimenti che contengano vitamine A, C, D ed E, zinco, vitamine del gruppo B, ferro, biotina, proteine ​​e acidi grassi essenziali. Le uova vantano proteine ​​e biotina, due degli ingredienti chiave nella generazione dei capelli. Bacche, noci, semi, avocado, pesce grasso e carne, sono infine un'ottima scelta da assumere.

Lo stress può portare alla caduta dei capelli

Quale nuova mamma non prova stress e ansia? Bene, si scopre che questo stato perpetuo di preoccupazione, può contribuire fortemente alla perdita di capelli postpartum.  Gli ormoni dello stress, come il cortisolo, possono avere un impatto negativo sul ciclo dei capelli, aggravando i cambiamenti ormonali dopo la nascita. Si raccomanda alle nuove mamme, di intraprendere dei cicli di meditazione o una pratica yoga postnatale, approvata anche dal medico che vi segue post parto, che allevierà i disturbi da stress. Tuttavia, anche se stai gestendo attivamente il tuo livello di stress postpartum quotidiano, un evento importante come la nascita stessa, può incitare alla perdita di capelli. L'effluvio telogenico, è una forma di caduta temporanea dei capelli che di solito si verifica post stress, shock o evento traumatico e il postpartum è una sottocategoria specifica di questo disturbo.

L'uso di strumenti per lo styling a caldo, può causare la rottura e la perdita dei capelli

Se stai perdendo ciocche o ciuffi dopo il parto, probabilmente dovresti mettere da parte gli strumenti per lo styling elettronico per un po’, poiché il calore sicuramente acuisce rottura e perdita, in uno stato già indebolito a livello ormonale. Naturalmente, se non vuoi rinunciare del tutto al tuo styling, esistono strumenti concepiti per ridurre i danni causati dal calore, aggiornati con tecnologie integrate che prevengono le rotture.

Mantenere la stessa pettinatura, potrebbe peggiorare ulteriormente la caduta dei capelli

Le code di cavallo sono il miglior amico per una neo mamma, per il loro senso pratico che conferiscono, tanto ricercato quando si è affaccendati per via del bambino. Tuttavia questa routine, potrebbe non essere la migliore soluzione per i tuoi poveri capelli. Perché invece di stringere in orrendi elastici soffocanti i tuoi capelli, non regalarli un uovo taglio? Trovare un look più corto che incornicia il viso, dando un aspetto pieno e voluminoso alla chioma, potrà da un lato, mascherare le perdite di ciocche e dall’altro, regalarti un nuovo taglio alla moda, ottimo per alzare i livelli di autostima.

L'anemia potrebbe acuire la perdita di capelli

Molte donne, soffrono di una carenza di ferro o addirittura di anemia dopo il parto. In effetti, la maggior parte dei medici, prescriverà un integratore di ferro, per aiutare ad aumentarne i livelli e contrastarne la carenza. Le opinioni, su una reale correlazione tra carenza di ferro e perdita di capelli, tuttavia, esistono degli studi in merito, che ne hanno dimostrato una connessione. Qualunque sia la causa della perdita di capelli, sia per le donne che per gli uomini, avere troppo poco ferro nel sangue, ne peggiora gli effetti. Avere i giusti livelli di ferro, non è la cura definitiva per arrestare la caduta di capelli ma, sicuramente massimizza il modo in cui si rigenerano.

Una tiroide iperattiva o ipoattiva, può contribuire

Ipertiroidismo e ipotiroidismo, due condizioni che coinvolgono la produzione di ormoni e possono portare alla perdita di capelli. Un eccesso o una carenza di ormoni T3 e T4, possono influenzare la produzione di nuovi capelli alla radice, quindi, quando i capelli cadono, non ricrescono. Anche le condizioni della tiroide e l'alopecia, vanno di pari passo. Questa risposta autoimmune può portare a perdita di capelli in aree circoscritte.

Come si può notare, le possibili cause e concause sono molteplici. L’unica cosa che puoi fare è rasserenarti, goderti il bambino e essere felice del lieto evento. Tutti i disagi correlati passeranno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento