La mascherina, mi sta rovinando il viso!

Il dispositivo di protezione facciale sta causando irritazioni, eczemi, irritazioni? Segui queste indicazioni che potrebbero salvarti la...faccia

Indossare i dispositivi anti COVID-19 mentre si è negli spazi pubblici, è la nuova normalità e non è improbabile che tardi a lasciarci. Ci si è dovuti abituare a coprire le nostre prime vie aeree con le mascherine, il problema a lungo termine (già riscontrato da un po' di tempo a questa parte) provocato dall’uso costante, è di tipo epidermico. Si è sviluppano un nuovo tipo di acne, detto “maskne”, l’acne da mascherina.

All'inizio del 2020, uno studio svolto su 542 operatori sanitari in prima linea per l’emergenza di Hubei in Cina, ha mostrato un incredibile 97% affetto da danni alla pelle, dovuto all’uso delle mascherine, ogni giorno durante i lunghi ed estenuanti turni in reparto.

L'irritazione cutanea dovute alle mascherine, sono in realtà ben documentate: tutti, oltre all’acne, potrebbero aver notato secchezza, arrossamento e altri segni di irritazione; così come la presenza di punti bianchi, brufoli o arrossamenti intorno al naso, alle guance o al mento (aree in cui i bordi della maschera entrano costantemente in contatto con il viso).

Indipendentemente dal fatto che si stiano utilizzando maschere chirurgiche o rivestimenti per il viso riutilizzabili in tessuto, avere qualcosa che si sfrega contro il naso, le guance e il mento per tutto il giorno, può causare inevitabilmente disagio alla pelle. Questa frizione può creare irritazione e arrossamento e il tessuto può assorbire anche alcuni degli oli naturali della pelle, che rinforzano le barriere. L'irritazione provoca pelle infiammata, crescita e proliferazione di batteri e pori ostruiti. Inoltre, una barriera cutanea indebolita si traduce in acne. 

La buona notizia? Qualcosa che si può fare, esiste! Seguendo questi suggerimenti, si può prevenire l'irritazione della pelle.

Lavare la mascherina, ogni volta che le si usa

Se indossi principalmente maschere di tessuto riutilizzabili, assicurati di lavarle accuratamente ogni volta che le si indossa. Una mascherina sempre pulita, abbassa la probabilità di contrarre brufoli e irritazioni.

Creme emollienti e protettive

Un prodotto ricco ed emolliente, come la vaselina che trattiene l'umidità e riduce l'attrito, può aiutare. Prima di indossare la mascherina, leviga delicatamente naso, guance e la parte inferiore del mento, con uno strato leggero di crema. Eviterai che la maschera, sfreghi su quelle aree, irritandole.

Usare prodotti delicati e con moderazione

In presenza di brufoli, l'acido salicilico, è un'opzione più delicata presente in molti detergenti e creme per combattere l'acne, aiutando a eliminare i pori ostruiti con irritazione minima (almeno per la maggior parte delle persone). Chiaramente, per evitare l’effetto opposto (esfoliazione, per eccessiva secchezza della pelle), è da usare con moderazione.

Non toccarti il ​​viso!

Questa è una buona regola da seguire per diversi motivi. Tenere le mani lontane dal viso, impedisce di trasferire oli, sporco e batteri dalle mani al viso; questo, oltre ad essere una raccomandazione fondamentale anti virus, evade fortemente l’insorgenza di brufoli.

In conclusione, idratare, curare e proteggere, sono il paradigma da seguire pedissequamente, perché il tuo viso non si rovini per sempre!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su