Cura della persona

Le cause e i rimedi per il cuoio capelluto arrossato

La testa continua a pizzicare? Vediamo perchè succede e come risolvere il problema naturalmente

Sentire prurito alla testa è un problema molto fastidioso e molto comune. Irritazioni, forfora, desquamazioni: il cuoio capelluto arrossato inizia frequentemente come fosse una piccola irritazione, per poi diventare, se non curato per tempo, un vero e proprio disagio estetico e fisico. Problematica comune a molti uomini e donne, il cuoio capelluto arrossato può essere dovuto a diverse cause e fattori. Scopriamo quindi quali sono le cause della cute irritata e i rimedi naturali più efficaci per prendersi cura del cuoio capelluto arrossato.

Le cause 

Le cause che portano ad avere un cuoio capelluto arrossato possono essere molte. Tra le più frequenti possiamo sicuramente annoverare lo stress e una produzione eccessiva di sebo, ma non solo. Alcuni dei fattori che possono scatenare un’irritazione del cuoio capelluto, infatti, sono:

  • utilizzo di shampoo e prodotti per capelli aggressivi
  • abuso di tinte per capelli e decolorazioni
  • utilizzo di farmaci per la pelle
  • inquinamento 
  • danni derivanti dall’utilizzo di spazzole non adatte alla sensibilità della cute
  • problemi ormonali 
  • allergie a prodotti o alimenti
  • stress eccessivo
  • invecchiamento naturale della cute
  • dermatite seborroica 
  • psoriasi

I rimedi naturali

Il cuoio capelluto è una zona già di per sé molto sensibile. In più, come abbiamo visto, lo stress, l’utilizzo di prodotti aggressivi e di accessori non adatti possono dare vita a irritazioni, prurito e bruciori, associati ad un arrossamento della zona spesso accompagnato anche da forfora e desquamazione. 

Prendersi cura della cute irritata, dunque, è fondamentale sia per prevenire che per trattare queste problematiche, così da rendere il cuoio capelluto sano e liscio. In ogni caso, se il problema dovesse persistere a lungo, è bene consultare il proprio medico o dermatologo di fiducia. 

Vediamo quindi i rimedi naturali più efficaci per prevenire o trattare il cuoio capelluto arrossato.

  • Utilizzare prodotti per la cute sensibile

Seguire una hair care routine adeguata al nostro tipo di capelli è il primo passo per prendersi cura del cuoio capelluto. Lozioni lenitive, shampoo purificanti, balsami nutirenti e fiale riequilibranti: chiedi aiuto al tuo parrucchiere di fiducia, o al tuo medico curante se sei in una fase acuta, quali prodotti prediligere in base alla struttura dei tuoi capelli e alle condizioni della tua cute.

  • Attenzione a lavare i capelli

Lavare troppo spesso i capelli può indebolirli e irritarli eccessivamente: soprattutto se si soffre di cuoio capelluto arrossato, è bene evitare di superare le 3 volte a settimana, anche se si pratica sport.

  • Assumere probiotici

probiotici sono batteri organici fondamentali per l’equilibrio del nostro organismo. L’assunzione di probiotici, inoltre, è di grande aiuto anche per il benessere dei capelli e per la salute del cuoio capelluto: questi batteri, infatti, hanno la capacità di riequilibrare il Ph della pelle, mantenerne alte le difese e renderla sana e luminosa, come anche di rallentare la caduta dei capelli, prevenire la comparsa della forfora e donare una chioma folta e lucente.

  • Rimedi naturali

Uno dei rimedi naturali più efficaci per trattare il cuoio capelluto arrossato e la cute infiammata è utilizzare erbe naturali e oli essenziali, da applicare direttamente sulla zona: è possibile ricorre agli estratti di ortica e salvia, all’olio essenziale di lavanda, agli impacchi di camomilla ma anche alle applicazioni di gel con aloe vera, estratto direttamente dalla pianta.

Inoltre, per combattere il prurito è possibile utilizzare l’olio di argan e/o l’olio di jojoba, da emulsionare con un po’ d’acqua, mentre l’olio di iperico, dalle proprietà cicatrizzanti ed emollienti, è l’ideale da applicare quando si sente più bruciore o si percepisce maggiore secchezza del cuoio capelluto.

  • Massaggi con lo scrub

L’accumulo eccessivo di tossine, così come i residui di balsami e prodotti per lo styling, le polveri sottili derivanti dall'inquinamento atmosferico, le cellule morte e il sebo, sono fattori che possono incidere in maniera importante sul cuoio capelluto arrossato.

Utilizzare uno scrub naturale è quindi fondamentale per purificare e pulire la cute in profondità, esfoliare ed eliminare le cellule morte e stimolare l’ossigenazione della cute, grazie al microcircolo che smaltirà le tossine in eccesso.

Per avere una chioma morbida e lucente e un cuoio capelluto sano e purificato, utilizza uno scrub adatto al tuo tipo di capelli una, massimo due volte a settimana, applicandolo con un massaggio delicato su tutta la testa e facendo una leggera ma costante pressione con i polpastrelli.

L'alimentazione

E' fondamentale per lo stato di salute generale, non vi sono pillole magiche, impacchi miracolosi o guru che possano fare qualcosa di concreto e reale, senza il supporto di una vita/ dieta alimentare corretta. I capelli sono parte di noi, sono vivi e pertanto devono essere " alimentati" a dovere.

Omega 3 e pesce

I pesci "grassi", come il salmone e il tonno sono ricchi di acidi omega-3, grassi buoni ( per il nostro organismo e per il sistema cardiovascolare, nonché per quello ormonale), che agiscono per nutrire i follicoli piliferi per una crescita costante e conferendo una maggiore brillantezza. Questi tipi di pesci sono anche ricchi di vitamina D, vitamina essenziale perché  le radici siano sane. Tuttavia, assicurati di acquistare pesce di pescato fresco, inserendo a pieno titolo nel proprio diario alimentare, pesce azzurro e crostacei. Scegliere il prodotto fresco, assicura la presenza maggiore di nutrienti, rispetto agli animali da allevamento intensivo, oltre ad essere anche un aiuto per la salvaguardia dell' ambiente.

Foglie grandi e verdi

Spinaci, verze, cavoli e altre verdure a foglia verde, sono ottime fonti di ferro e aiutano a prevenirne una carenza organica, che può portare al diradamento e alla perdita dei capelli. Altrettanto importante, e' la presenza di vitamine C e A, che insieme alimentano e promuovono la produzione di collagene nel tuo corpo, un componente vitale di capelli (oltre ad unghie e cartilagini), lussureggianti e resistenti ai danni. Infine, contengono anche beta carotene, un precursore vitaminico, che aiuta a mantenere il cuoio capelluto elastico, oltre a ridurre il fastidioso fenomeno della forfora.

Formaggi

Ricco di proteine ??e di calcio, il formaggio è parte importante in una dieta. Fornendo gli elementi essenziali, di cui i follicoli piliferi hanno bisogno, per fare il loro lavoro, aiuta anche a proteggere i capelli dai danni della luce solare diretta, grazie al suo contenuto di omega-3, biotina e rame.

Pollame

La carne di pollo, tacchino e altra carne bianca è un'ottima fonte di proteine ??magre. Una dieta ricca di proteine ??è importante anche per i capelli; le proteine ??che assumi sono in primis focalizzate e dirette agli organi interni e sulla massa muscolare, essendo dunque questi ultimi una "prima priorità" organica, se hai anche una piccola carenza, i tuoi capelli diventeranno presto sottili e fragili. Le carni bianche,  inoltre, contengono notevoli quantità di niacina, nota anche come vitamina B3, che è un nutriente importante per un cuoio capelluto sano.

Noci e semi

Noci e semi, sono una delle migliori fonti alimentari di vitamina E. Questo nutriente, ha un effetto antiossidante, che aiuta a mantenere le cellule del corpo in buone condizioni. La vitamina E, è particolarmente importante per mantenere attivi e produttivi, i follicoli piliferi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le cause e i rimedi per il cuoio capelluto arrossato

TrevisoToday è in caricamento