Scottature: riconoscere le ustioni e cosa fare

Disattenzione e leggerezza ti hanno condotto ad una scottatura fastidiosa,scopri cosa aspettarti mentre il tuo corpo lavora per rimuovere e riparare la pelle danneggiata e cosa puoi fare per rimediare

Hai dimenticato di mettere la crema solare e ti sei addormentato in spiaggia: la cattiva notizia è che sicuramente avrai per un po' la pelle rossa e dolorante, la buona notizia è che il dolore non durerà per sempre.

Sintomi

Una scottatura solare è un danno alla pelle causato dalla luce ultravioletta (UV) del sole. I sintomi della scottatura solare, compaiono entro un paio d'ore dopo l'esposizione al sole, tuttavia, la comparsa degli effetti completi del danno cutaneo può richiedere 24 ore, i danni a lungo termine, come un aumento del rischio di tumori della pelle, possono richiedere anni.

Perché la pelle viene scottata dal sole?

Le scottature solari si verificano quando la radiazione ultravioletta (UV), proveniente dal sole o da fonti artificiali come i lettini abbronzanti, danneggia il DNA all'interno delle cellule della pelle, provocando la morte delle cellule in un processo noto come apoptosi. La rapida morte cellulare attiva il sistema immunitario, per rilasciare proteine ​​infiammatorie, i vasi sanguigni si dilatano per aumentare il flusso sanguigno,  al fine di trasportare le cellule immunitarie sulla pelle danneggiata. Questo processo infiammatorio, rende la pelle arrossata, irritata e dolorosa. Le ustioni, comprese le scottature solari, possono essere classificate in base alla loro gravità: L'ustione di primo grado coinvolge solo lo strato esterno della pelle e provoca lieve dolore, arrossamento e gonfiore. Un'ustione di secondo grado provoca danni agli strati più profondi della pelle e provoca vesciche e una pelle bianca e lucida. L' ustione di terzo grado provoca danni a tutti gli strati della pelle. L'ustione di quarto grado danneggia la pelle e può coinvolgere le articolazioni e le ossa. Le ustioni di terzo e quarto grado sono emergenze mediche e devono essere trattate in ospedale.                Non tentare di trattare le ustioni di terzo e quarto grado con l'aloe vera a casa.

Rimedi domestici per scottature

Per aiutare a curare una scottatura solare, il primo passo è fare una doccia fredda o applicare un impacco freddo sulla zona bruciata. Per il dolore, prendi un farmaco da banco come l'ibuprofene o l'aspirina e se compaiono vesciche, cerca di non farle scoppiare in quanto ciò può causare un'infezione. Acuni rimedi casalinghi, possono aiutare a guarire e lenire la pelle:

Acqua fresca: L'infiammazione della pelle, provocata dalla cattiva e sconsiderata esposizione al sole, deve essere ' raffreddata' e uno dei modi più semplici che aiutano nell' immediato (anche quando sei ancora fuori), è immergersi nell'acqua fresca. Attenzione al ghiaccio, anche se può sembrare attraente quando la pelle brucia, perché potrebbe causare ancora più danni alla pelle scottata dal sole, extra sensibile.

Bicarbonato di sodio e farina d'avena: Usare alcuni cucchiai colmi di bicarbonato di sodio in una vasca piena di acqua fresca e immergersi per circa 15-20 minuti, aiuta a ridurre al minimo i danni del sole. L'aggiunta di una tazza di avena al bagno, calma anche l'irritazione e aiuta la pelle a mantenere la sua naturale umidità. Non strofinare la pelle, né nel bagno né dopo essere usciti ma tamponare il corpo delicatamente, con una stoffa naturale.

Aloe Vera: il gel racchiuso all'interno di questa pianta succulenta, è stato usato per secoli per curare tutti i tipi di disturbi, da quelli allo stomaco, alle infezioni renali, per le scottature è l' Aloe, è un toccasana: fresco, lenitivo e calmante. Se non hai una pianta di Aloe vera in casa, dovresti prenderne una, potrebbe tornarti utile, oltre ad essere un valido elemento ornamentale.Se si possiedono piante di Aloe in casa, rompere un pezzo della pianta e applicare il gel direttamente sulla pelle, fornisce un sollievo immediato e lenitivo su scottature solari minori. Se non disponi di una pianta, prova un gel di aloe vera al 100% (non una lozione o unguento a base di aloe), reperibile facilmente nelle farmacie.

Camomilla

L' infuso di camomilla, può lenire il tuo spirito, ma in caso di scottature, lenisce la pelle bruciata dal sole. Prepara la camomilla  e una volta raffreddata, intingi un panno di lino o cotone e applicalo sulla zona interessata; un metodo di sicuro effetto calmante e addolcente

Indossare abiti larghi

Mentre la pelle si sta riparando, assicurati di indossare abiti che non si attacchino alla pelle. La tua pelle è il più grande organo del tuo corpo, quindi è meglio dargli un po' di spazio per respirare, mentre guarisce da un episodio traumatico importante come una scottature. Le fibre naturali, come cotone o bambù, sono le migliori tessuti da indossare post scottature.

Bere tanta acqua

La tua pelle sta combattendo il danno dei raggi del sole, necessita dunque di umidità che ha perso durante l' esposizione 'estrema' solare. Reidratarsi con tanta acqua dunque, diventa la regola. "Dissetare" i tessuti, significa anche farlo esternamente, usando una ricca crema idratante sulle aree interessate, applicata con cadenza regolare e frequente, per cercare di ridurre al minimo la desquamazione. Utilizzare una crema idratante senza profumo e colorante (commercializzata per "pelli sensibili"), per ridurre al minimo l'irritazione della pelle.

Fattori che influenzano la durata di una scottatura solare

Numerosi fattori potrebbero influenzare la durata dei sintomi della scottatura solare e non tutti reagiscono allo stesso modo.            In generale, i seguenti fattori rendono le persone più sensibili alle gravi scottature solari, che generalmente richiedono più tempo per guarire: pelle chiara o chiara, lentiggini o capelli rossi o biondi, esposizione al sole tra le 10 e le 15 (quando i raggi del sole sono più intensi), altitudini elevate, vivere o visitare luoghi vicino all'equatore, lettini abbronzanti, l' assunzione di alcuni farmaci che rendono più suscettibile alle ustioni (farmaci fotosensibilizzanti).

Quando vedere un dottore

Chiama subito un medico se hai i seguenti sintomi: sentirsi svenire, sete estrema, nessuna emissione di urina, nausea o vomito, brividi, vesciche che coprono gran parte del corpo, stato confusionale,segni evidenti com vesciche, come pus, gonfiore. L'avvelenamento da sole , chiamato anche eritema solare, è il nome di un tipo più grave di scottatura solare. I sintomi includono: eruzione cutanea, vesciche, polso rapido, nausea, vomito, febbre. In caso di avvelenamento solare, consultare il medico per il trattamento e per i casi più gravi, la convalescenza può può richiedere 10 giorni o anche alcune settimane.

Proteggi la tua pelle

Tieni presente che mentre i sintomi di una scottatura solare sono temporanei, il danno alla pelle e al DNA è permanente. Gli effetti a lungo termine includono invecchiamento precoce, rughe, macchie solari e cancro della pelle, solo una brutta scottatura solare può' generare e avere un impatto negativo. Proteggi dunque sempre la tua pelle, usando creme solari ad alto fattore di protezione, in grado di schermare o bloccare i raggi UVA E UVB, indossa cappelli, occhiali da sole e indumenti protettivi, non solo quando sei in spiaggia ma ogni volta che sei fuori casa.

E ricorda, il modo più semplice per curare le scottature, è evitarle. 

link utili:

vichy ideal soleil 50+

Farmacie a Treviso e provincia

Reparto dermatologia a Treviso


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in mare a Jesolo: indagati due bagnini

  • Autostar vende a prezzo ridotto le auto danneggiate dal maltempo

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento