Acne: Come lo stress aggrava le condizioni della pelle

Le situazioni di stress, possono riacutizzare tendenze acneiche preesistenti

Soffrire di acne, è un disagio con cui in molti casi si deve convivere. Nel tempo ci è predisposti alla cura e a tenere a bada questa fastidiosa e antiestetica affezione della pelle, ma non si è mai immuni alla riacutizzazione dei sintomi.

Il regime di quarantena, non ha giovato questi soggetti che ha peggiorato le condizioni. Perché succede questo? Non si può fare a meno di dare la colpa allo stress senza precedenti cui si è sottoposti che, può certamente enfatizzare e causare una reazione negativa della pelle. Molte condizioni fisiche possono essere il risultato di stress psicosomatico e la pelle, sono lo specchio immediato. Condizioni come eczema, rosacea, acne, dermatite seborroica e perdita dei capelli (telogen effluvium, in particolare), compaiono dal nulla o ritornano come ospiti estremamente indesiderati. Come correre ai ripari, in particolar modo ora, momento in cui è difficile gestire lo stress e/o chiedere un appuntamento da un dermatologo.

Il perché di tali reazioni

Prima che possano essere offerti trattamenti e soluzioni, è importante capire esattamente come lo stress ha un ruolo nell'esacerbare le condizioni della pelle. Quando sei stressato, la risposta del corpo per proteggersi, è quella di rilasciare più ormoni, come il cortisolo e l’adrenalina. Questi ormoni influenzano le persone in modo diverso, ma quando si tratta di pelle possono verificarsi diverse reazioni. Quando viene rilasciato cortisolo, questo, può liberare citochine pro-infiammatorie, che rendono la pelle sensibile e pronta ad attaccare ogni possibile trigger. I segni di un attacco in corso, può rivelarsi un bagliore di rosacea, un’eruzione cutanea da dermatite seborroica sul viso o sul cuoio capelluto o eczema.  Inoltre, quando la produzione di cortisolo aumenta, vi è un segnale dal cervello, per produrre più olio dalle ghiandole sebacee, conseguenza è il riaffiorare di acne. Ci si potrebbe sentire impotenti e invece esistono modi che possono essere utili a gestire i sintomi e migliorare la condizione della pelle.

Come trattare le condizioni della pelle a casa

Per curare diverse condizioni a casa durante i periodi di stress, di solito si raccomanda l’assunzione di un antinfiammatorio ad ampio spettro. Inoltre, è norma evitare di assumere anche ad uso topico, di prodotti nuovi, che potrebbero potenzialmente peggiorare il problema.

Se l’eczema, è la principale preoccupazione, si consiglia di utilizzare una crema idratante specifica per la pelle secca, pruriginosa e soggetta a eczema. È meglio applicarlo dopo la doccia, assicurandosi di detergere la pelle con acqua tiepida, per diminuire lo stress cellulare. Inoltre, evitare l’uso di saponi aggressivi e in quantità eccessive, ad evitare l’esfoliazione.

Per curare la rosacea, si raccomanda di concentrarsi sulla riduzione dell'infiammazione della pelle, attraverso trattamenti topici antinfiammatori, come crema e idratanti. Evitare inoltre, l’assunzione di alcol, cibi piccanti e caffè che potrebbero acuire lo stato infiammatorio.

Per la dermatite seborroica sul cuoio capelluto, una semplice soluzione è introdurre lo shampoo antiforfora, al regime della doccia. Se il problema non limitato al cuoio capelluto, ma piuttosto sul viso e decolleté che si presenta arrossato e squamoso, l’uso di una crema idratante e nutriente, può essere una soluzione ottimale; regole principale è quella di non imprimere il massaggio per evitare di esfoliare eccessivamente, questo perché questo stato infiammatorio, non deve essere affrontato come una semplice secchezza della pelle, ma trattata come se fosse un’eruzione cutanea.

Se il problema è focalizzato sulla perdita dei capelli

Per la caduta dei capelli, la chiave è fermare il ciclo di spargimento sovrabbondante di ciocche di capelli. Naturalmente l’approccio meditativo, che aiuti a ridurre i livelli di stress, dovrebbe essere un must di default, questo, assieme a corretto ciclo del sonno, l’esercizio fisico e qualsiasi altra cosa che infonda calma, possono essere importanti soluzioni, prima di poterti recare da un dermatologo.

Come posso fermare il ciclo di stress?

Sfortunatamente, avere un problema di pelle che peggiora in condizioni stressanti può solo causare più stress, come un circolo vizioso da cui è difficile uscire.

Interrompere il ciclo, richiede consapevolezza. Anche se è difficile, è necessario mantenere uno stile di vita sano e questo si traduce nell’approcciarsi al sonno correttamente, allenarsi, mangiar sano. Questo approccio aiuta il sistema immunitario a rafforzarsi e quindi ad auto guarire.

Cosa fare se non migliora

Se la condizione è grave e nulla di ciò che si prova sembra funzionare, contattare un professionista, è l’unica strada. Aldilà dello stress, potrebbe esserci un problema di base diverso e ben più grave, magari endocrino che deve essere approfondito e curato in modo mirato.

Tutto questo è più facile a dirsi che a farsi, ossessionarsi non aiuta. Stressarsi ulteriormente non aiuta di certo ad emergere da questa condizione. A volte, un buon prodotto antiossidante, una crema idratante e diverse ore di sonno possono davvero cambiare le cose.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento