Ragno violino, un animale pericoloso e sempre più diffuso in Veneto

Ha un nome simpatico ma è molto pericoloso. Il suo morso è una semplice puntura che non si avverte ma nel giro di massimo 12/18 ore inizia ad arrossarsi e ingrossarsi

Il ragno violino negli ultimi mesi si è reso protagonista di molte notizie di cronaca per il suo morso velenoso che può causare anche gravi conseguenze.

Dobbiamo prestare attenzione perché questo ragnetto è uno dei più velenosi in Italia e nonostante le sue piccole dimensioni, il suo veleno può essere davvero pericoloso per l’uomo e se ce ne accorgiamo tardi la guarigione è lunga. La sua stagione ideale è ovviamente quella estiva, più calda ed afosa. Proprio in questi giorni si registrano casi gravi in tante regioni. Non si tratta di un insetto aggressivo, anzi parliamo di un ragno che ha paura dell'essere umano. Durante una passeggiata sui colli, l’anno scorso, un uomo ha sentito qualcosa che si attacca a un dito, sembra un insetto, scuote la mano per cercare di liberarsene, ma quella cosa lo punge, come lo sfiorasse una piuma. Solo un piccolo prurito. Non sente male, sembra niente. Torna a casa, e il dito si gonfia in modo spropositato, poi diventa bluastro, nero, e comincia a fare male sempre di più. Corre in pronto soccorso al San Bortolo. e lì lo ricoverano nel reparto malattie infettive.

Dove vive

l ragno violino, o Loxosceles rufescens, è chiamato così per la caratteristica macchia a forma di violino che ha sul corpo. E' un insetto di piccole dimensioni (tra 7 e 10 millimetri) di colore marrone, tendente al giallognolo. Normalmente è possibile trovarlo all’aperto nascosto in qualche anfratto, o in casa. Può accadere che si nasconda all'interno di piccole crepe nel muro, fra le pietre, dietro ai battiscopa, sotto a mobili o scatoloni, oppure all'interno di scarpe o indumenti o biancheria come guanti, calze, lenzuola.

Il morso

Il suo morso è indolore ma al contempo molto velenoso, è difficile da percepire: non si sente niente inizialmente sembra un normale puntura di zanzara. Il dolore esce solamente dopo qualche ora o addirittura entro due giorni dalla puntura.

I sintomi

Irritazione, arrossamento, gonfiore, comparsa di eritemi, bruciore e formicolio, prurito, dolore di tipo urente, gonfiore e arrossamento, prurito, bruciore e formicolio, diminuzione della sensibilità nell'area colpita, febbre alta, nausea e vomito, brividi, mialgia e artralgia, mal di testa, emolisi e trombocitopenia. Nei casi in cui compaiano gli ultimi sintomi è meglio dirigersi verso una struttura ospedaliera per ricevere tutte le cure del caso (farmaci analgesici, oppioidi, farmaci corticosteroidi, antistaminici, trattamento chirurgico per rimuovere l'area necrotica).

Come intervenire se morsi dal ragno violino

È importante lavare bene l’area del morso con acqua e sapone e se possibile catturare il ragno, vivo o morto, per identificarlo. Anche una foto potrebbe essere utile. A seconda della gravità della situazione si potrà ricorrere alla guardia medica, a una cura antibiotica o addirittura al pronto soccorso.

Ragno violino - Come prevenire il morso

- indossare qualcosa di protettivo quando si è in ambienti nei quali ci potrebbe essere l'incontro con il ragno violino 
- fare attenzione quando si rimuovono ragnatele o tane di ragni
- non prendere mai il ragno violino a mani nude: come detto prima potrebbe sentirsi minacciato ed difendersi mordendo.
- per rimuoverli o eliminarli dalle abitazioni è sempre meglio utilizzare scopa e paletta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Misteriosa scia luminosa solca i cieli tra le province di Treviso e Venezia

  • Famiglia Zoppas in lutto: morto a soli 55 anni il noto manager Marco Colognese

  • Sparisce di casa andando a fare la spesa: ritrovato nella notte

  • Finisce in acqua mentre gioca in giardino, bimba di due anni muore annegata

  • Coronavirus, oltre 10mila contagi in Veneto: cinque morti nella Marca

  • Male incurabile, addio a Lorenza Pampagnin: anima del commercio locale

Torna su
TrevisoToday è in caricamento