COVID-19: come gestire la propria salute mentale

Il Coronavirus apre a sfide personali, sul proprio stato di salute mentale. Vediamo come gestirla

La pandemia COVID-19, ha rapidamente cambiato la vita cui siamo abituati e gestiamo e nella piena liberta, quotidiana. Distanziamento sociale, smart working e tutto ciò che concerne un auto distanziamento dagli altri, ha condotto in forme diverse, a inevitabile shock. Mentre il virus e l'incertezza del futuro continuano a diffondersi, cosa puoi fare per gestire la salute mentale, il dolore e persino la dipendenza in questo momento difficile? Dall'apprendimento per adattare e gestire la tua mente, all'apprendimento per l’autocontrollo. Ecco i consigli:

Ricrea una routine

Le restrizioni imposte da COVID-19 alla vita quotidiana, potrebbero condurre molti ad uscire di testa, vivere come in galera, non è vissuto da tutti in modo rilassato. È necessario ricostruire ex novo, una routine quotidiana. Sei privo della struttura che organizzava la tua giornata, nel modo in cui l’avevi concepita o deciso che fosse.

Dal momento che non hai più il tipo di struttura a cui sei abituato, è importante creare una nuova routine. Resta al passo con l'igiene personale, vestiti per il lavoro (anche a casa), mangia sano e ricorda di bere abbastanza acqua. Dovresti anche cercare di rimanere attivo, programmando un allenamento al chiuso, non fare le ore piccole, vestirti al mattino come se dovessi realmente recarti in ufficio (anche se la realtà ti condurrà alla stanza accanto per la tua giornata di smart working), non lasciarti andare. Tutte queste cose possono rendere le tue giornate più normali, nonostante tutto ciò che ti circonda sia il contrario, questo può rivelarsi benefico nel quadro generale. il che può essere benefico per il tuo benessere generale.

Effetti collaterali

Secondo una statistica in relazione al distanziamento sociale, il 45% degli adulti afferma che il COVID-19, sta avendo un impatto negativo importante sulla salute mentale. Gli inevitabili effetti collaterali mentali e fisici, possono includere maggiori rischi di depressione, ansia, ipertensione, obesità, declino cognitivo e persino un sistema immunitario compromesso. Sebbene non vi sia alcuna causa immediata di allarme (tali rischi possono verificarsi in periodi di tempo prolungati), esistono strumenti per alleviare la tensione da distanziamento sociale, per sentirsi più vicini alle persone che non si possono vedere fisicamente.

Gestisci il tuo isolamento sociale rimanendo socialmente connesso, tramite e-mail, telefono, SMS, chat video online e app. Scolpisci il tempo ogni singolo giorno, pianificando la tua vita mediata dalla virtualità.

Se ritieni che la terapia e un supporto possa essere di aiuto, fallo e rivolgiti agli assistenti sociali e numeri utili di supporto. Parlare con qualcuno di cui ti fidi, è un altro modo per ottenere una prospettiva più rosea e mantenere un sano equilibrio.

Vivi le tue emozioni

In un momento in cui il mondo sembra disconnesso, può essere difficile elaborare i tuoi sentimenti. Molti eventi speciali come matrimoni e lauree, vengono annullati. I funerali vengono messi in attesa. Anche alle future mamme, viene detto che non è permesso avere persone nella sala parto con loro. Senza un preciso sollievo in vista, come dovresti elaborare tutti i cambiamenti?

È importante mettersi al primo posto e riconoscere ciò che provi, va bene sentire in pieno le emozioni, permettiti di soffrire. Anche senza una grave perdita, ora tutti sono senza le libertà che una volta abbiamo dato per scontato, e che può anche essere difficile da elaborare. Stai giocando il tuo ruolo nel rallentare la diffusione del virus e proteggere i vulnerabili. È importante trovare conforto e forza in questo dato di fatto.

Continuare a curare la dipendenza durante l'isolamento

Per coloro che soffrono di dipendenza, è estremamente importante mantenere la routine di recupero, al meglio delle proprie capacità. Il modo migliore per farlo, sta nel rimanere in contatto con il proprio medico, attraverso metodi di telemedicina. Se frequentavi le terapie di gruppo per la tua dipendenza, parla con il tuo medico o lo sponsor e continua a cercare supporto su piattaforme online.

Questo è un momento difficile per tutti: nessuno è escluso. Cerca di rimanere in contatto con i tuoi cari, mantenere una routine il più vicina possibile alla normalità e se si necessita, non esitare a chiedere aiuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento