Ipermotilità intestinale da viaggio: prevenirla e curarla

Sei in viaggio, magari in vacanza e sei colpito da una dissenteria. La diarrea del viaggiatore può capitare a chiunque, ma per fortuna ci sono modi per alleviarla

La diarrea del viaggiatore, non è uno scherzo e può davvero rovinare la tua vacanza tanto attesa. Si verificano tali, durante le visite all'estero e durante i viaggi brevi e può verificarsi sia che si tratti di un hotel elegante che di un ostello per giovani squattrinati. La diarrea del viaggiatore, è così comune che avere tutte le informazioni necessarie per aiutare a prevenire, riconoscere e recuperare dalla diarrea del viaggiatore, diventa vitale.

Com’è?

Questa condizione, si verifica spesso quando viaggi e consumi cibo o acqua, a cui il tuo corpo non è abituato. Spesso questi alimenti o bevande, sono contaminati da un microrganismo che il tuo corpo non incontra frequentemente. Volendo proteggersi da questo intruso sconosciuto e potenzialmente pericoloso, la risposta immunitaria naturale del tuo corpo è quella di stanarlo, quindi eliminarlo, come un rifiuto organico. Quindi, mentre i local possono mangiare e bere senza paura, da turista dovresti prendere precauzioni. 

Come faccio a sapere se l’ho contratta? 

I sintomi, possono variare da mal di stomaco, a diarrea dolorosa e tutto il resto, tra cui gonfiore, gas, nausea o persino febbre. I casi, possono variare da lievi a gravi e mentre la maggior parte si risolverà da sola con alcune semplici azioni, altri richiedono una visita medica.

Quanto dura? 

Un tipico caso, dura di solito da due a tre giorni. Se persiste per più di tre giorni o è accompagnato da febbre alta, feci nere, catramose o sanguinolente e / o segni di disidratazione, consultare un medico.

È contagiosa? 

Potresti essere sorpreso di sapere che può essere contagiosa. Mentre la maggior parte dei casi, si verifica ingerendo alimenti o bevande contaminati, molti microrganismi possono sopravvivere su superfici come mani, bottiglie d'acqua, pomelli delle porte, ecc. E possono essere trasmessi ad altre persone.

Cosa devo mangiare?

Come qualsiasi altro tipo di diarrea, assicurati di attenersi a cibi semplici da digerire che sono nutrienti per il corpo. Evita i cibi infiammatori, che possono peggiorare i sintomi. Alimenti come brodi di carne o verdure, banane, zuppe e stufati sono scommesse sicure, insieme a molti cibi e bevande idratanti. Idrata con acqua pura e ricostituisci gli elettroliti con acqua di cocco naturale (senza zuccheri aggiunti). Evita cibi ricchi di zuccheri e cibi ricchi di grassi, insieme a succhi di frutta.

Come combatterla, quanto se n’è affetti?

Per alleviarli, ci sono tre passaggi da compiere. Innanzitutto, presta attenzione a ciò che stai mangiando. Una dieta leggera fa al caso tuo, quindi concentrati su pane, riso e altri alimenti ricchi di fibre. Se stai ancora viaggiando, dovresti evitare qualsiasi cibo che potrebbe essere stato lavato nell'acqua locale, come frutta fresca e insalata. In secondo luogo, puoi provare i prodotti che forniscono sollievo dalla diarrea, senza dover andare dal medico. La maggior parte dei farmaci antidiarroici da banco, agisce rallentando il movimento intestinale per alleviare i sintomi. Ma considera una soluzione più naturale: un prodotto che lavora con il tuo corpo per affrontare la fonte del problema e fornisce nutrienti utili, per ripristinare rapidamente la normale funzione. Infine, se la tua diarrea non sta ancora scomparendo, è particolarmente grave o contiene sangue, vai subito dal medico.

Come posso prevenirla?

A volte la diarrea del viaggiatore è inevitabile, ma ci sono alcune pratiche per prevenirla. Scegli i tuoi cibi con attenzione (evitando i venditori ambulanti e stai alla larga da frutta e verdura che non possono essere sbucciate), opta per cibi cotti piuttosto che crudi, assicurati di non ingerire carne o pesce poco cotti, bevi acqua in bottiglia e lavati spesso le mani. Seguendo questi suggerimenti, puoi sfruttare al massimo i tuoi viaggi e rimanere in salute. Prendere le dovute precauzioni, conoscere i segnali di avvertimento e imballare gli alimenti e i farmaci adeguati a ogni evenienza.

Metodi preventivi e curativi per il tuo disagio:

Enterolactis

Fermenti lattici

Farmacie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento