rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Blog Castelfranco Veneto

A Castelfranco tutti pazzi per Airbnb, aumentano gli alloggi del 300%

La rivoluzione della sharing economy, ovvero “economia della condivisione”, sbarca ufficialmente anche nella Città del Giorgione. Ecco alcuni dati raccolti nella zona della castellana divisi per fascia di prezzo

CASTELFRANCO Tutti pazzi per la Città del giorgione anche su Airbnb, noto portale online che mette in contatto persone in ricerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi con persone che dispongono uno spazio extra da affittare, generalmente privati. Gli annunci includono stanze private, interi appartamenti, ville in "concorrenza" per così dire con gli alberghi cittadini. Nella sola città di Castelfranco Veneto molte sono le offerte con prezzi molto bassi. Si parte da circa 30 euro, fino ad arrivare a più del doppio delle offerte se allarghiamo il campo al limitrofo territorio della Castellana. Tale opportunità sta diventando sempre più una fonte di reddito alternativa e aggiuntiva per molti castellani. 

La rivoluzione della sharing economy sbarca ufficialmente anche a Castelfranco (“economia della condivisione” propone un nuovo modello economico, promuovendo forme di consumo più consapevoli, basate sul riuso anziché sull’acquisto e sull’accesso invece che sulla proprietà).

Nel Veneto si stimano circa 12.000 posti: secondo i dati di Federalberghi, 12.259 alloggi, di cui 8.448 (68,91%) riferiti a interi appartamenti, 8.988 (73,31%) disponibili per più di sei mesi e 7.785 (63,50%) gestiti da host che mettono in vendita più di un alloggio. Spicca inoltre il dato di 4,23 giorni di soggiorno medio di ogni utente Airbnb in Veneto, un dato che supera quello della ricettività tradizionale; valori che indicano non un’attività occasionale ma attività che assomigliano molto ad attività para-alberghiere, con la differenza che pagano molte meno tasse degli hotel. È Verona la provincia con la più ampia densità di offerte su Airbnb: la concentrazione è superiore attorno al lago di Garda, oltre che nel capoluogo scaligero. Seguono Venezia, Padova e Treviso. Secondo Federalberghi si tratta di una «shadow economy» più che di una «sharing economy», economia in  ombra, in nero, invece che una economia della condivisione. Da un confronto rispetto al 2015 di una nostra ricerca analoga emerge un vero eproprio boom di affitti temporanei di locali sopratutto nella fascia di prezzi medio-bassa altamente competitiva.

Ecco alcuni dati raccolti nella zona della castellana divisi per fascia di prezzo:

Fascia 20-40 Euro: 7 offerte (+300% rispetto al 2015, Camera , bed & breakfast, casa)

Fascia 40-50 euro: 5 offerte (Bed & Breakfast, appartamentino, Stanza)

Fascia 60-70 euro: 1 offerta 65 € (Casa 2 camere, 100 metri quadri, centro storico)

Fascia 80-100 euro: 2 offerte (Appartamenti)

Fascia 100-150 2 Offerte (Intera casa 3 camere fino a 6 posti letto) 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castelfranco tutti pazzi per Airbnb, aumentano gli alloggi del 300%

TrevisoToday è in caricamento