Suoni di Marca porta a Treviso la musica e la bellezza di Anna Calvi

Una combinazione di bellezza e talento: mercoledì 31 luglio l’artista inglese inonderà di eleganza, suggestioni e blues il festival gratuito più lungo dell’estate trevigiana

In foto: Anna Calvi (Immagine d'archivio)

Aria internazionale e di libertà artistica, a Suoni di Marca Festival 2019. Ad esibirsi sul palco dei Bastioni San Marco a Treviso, mercoledì 31 luglio, sarà Anna Calvi, la cantautrice inglese con sangue italiano che torna in Italia con il suo ultimo album “Hunter”. Un’opera che conferma il suo talento creativo ed elegge Anna tra le artiste più interessanti del panorama odierno, alla stregua di PJ Harvey e St. Vincent.

Prodotto da Nick Launay (Nick Cave, Grinderman) ai Konk Studios di Londra e a Los Angeles, il terzo album dell’artista inglese, nominata ai BRIT Awards e a due Mercury Prize  è stato registrato insieme alla band di Anna, composta da Mally Harpaz che suona vari strumenti e Alex Thomas alla batteria. Hanno inoltre collaborato Adrian Utley dei Portishead alle tastiere e Martyn Casey dei The Bad Seeds al basso. Nata nel 1980 a Twickenham, da mamma inglese e papà italiano, Anna inizia giovanissima a suonare il violino e successivamente la chitarra, che diventerà il suo strumento guida, sulle orme di Django Reinhardt e dei padri rurali del blues. Venne notata durante un concerto a Manchester dal chitarrista dei Coral Bill Rider-Jones ed un sostegno nei suoi confronti giunse anche da Brian Eno, mentore nell'avvio della sua carriera. In pochi anni, Anna Calvi divenne un fenomeno internazionale, dandole l’opportunità di condividere palchi importanti con gli Interpol, gli Arctic Monkeys ed i Grinderman di Nick Cave, altro suo grande estimatore e sostenitore.

Nell’ultimo album “Hunter” prende vita un racconto viscerale che esplora la caduta delle leggi sul conformismo: «Penso che se ci fosse consentito essere da qualche parte nel mezzo, non spinti verso gli estremi della femminilità e della mascolinità, saremmo più vicini alla libertà – sostiene Anna - Voglio scoprire com’è essere qualcosa d’altro, qualcosa che sia diverso da ciò a cui sono stata attribuita». Accompagnata dall’inseparabile chitarra, l’artista inonderà la kermesse trevigiana di un’atmosfera libera e passionale, per assecondare un festival nato sotto il segno di molteplici forme di equilibrio: tra generi musicali differenti; tra percorsi gastronomici legati alla tradizione e all'identità locale; tra associazioni culturali e sociali diversificate; tra eccellenze del territorio e contaminazioni esterne. Suoni di Marca, il festival musicale gratuito più lungo d’Italia, si terrà a Treviso dal 18 luglio al 4 agosto, un appuntamento che ha oramai adottato e consolidato un format elastico e originale, a misura di ascoltatore, in quanto capace di rispondere efficacemente alle richieste delle differenti fasce d’età. Tra spettacoli, enogastronomia, stand e aree relax, il festival propone, infatti, un intrattenimento destinato a un’audience eterogenea che avvicenda la presenza di giovani, meno giovani e famiglie, in fasce orarie tendenzialmente alterne, dal tardo pomeriggio a notte fonda, nella consolidata location delle Mura rinascimentali di Treviso nell'area compresa tra Porta SS. Quaranta e Porta Caccianiga,  facile da raggiungere in  pochi minuti a piedi da ogni parte della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento