L'Aperyshow lancia la campagna solidale per l'ospedale di Treviso

L’organizzazione no-profit celebre per gli eventi a scopo solidale ha lanciato una campagna di raccolta fondi in favore del reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Treviso, messo a dura prova a causa dell’emergenza Coronavirus. In meno di ventiquattro ore sono stati raccolti oltre 30 mila euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L'organizzazione no-profit Aperyshow Charity Event ha lanciato una campagna di crowfunding online per raccogliere fondi da devolvere al reparto di terapia intensiva dell'Ospedale di Treviso. Un appello annunciato tramite la piattaforma “gofundme” che permette a tutti di fare una donazione al fine di aiutare la nostra sanità, messa a dura prova a causa dell'emergenza nazionale del Covid-19. In neanche ventiquattro ore, si sono registrati 1.300 donatori, oltre 3.000 condivisioni del link per un totale di oltre 30 mila euro raccolti su un obiettivo prefissato di 15 mila ed esteso successivamente a 35 mila euro. Obiettivo che grazie alle continue nuove adesioni si stima sarà presto raggiunto. Un piccolo grande successo che rincuora in questo momento buio e che dimostra la forza e la solidarietà di un popolo unito che combatte contro questo nemico invisibile. Aderire a questa nobile campagna è molto semplice, basta visitare il sito www.gofundme.com, selezionare la campagna denominata “Aperyshow dona alla terapia intensiva di Tv” e cliccare “Dona”. Un gesto piccolo ma che insieme a tutti gli altri fa la differenza. L’Aperishow Charity Event è stato fondato nel lontano 2010 per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza soprattutto nell’ambito di temi sensibili come la disabilità, la ricerca oncologica e l’inclusione sociale, organizzando molteplici eventi e festival con famosi cantanti e band internazionali. Per capirne la dimensione, basti dire che la scorsa edizione che si è svolta a Piazzola del Brenta nel Padovano ha contato oltre sessanta mila presenze sebbene piovesse, mentre l’anno precedente sono stati ben 100 mila gli spettatori, 250 gli artisti italiani e internazionali che hanno donato i propri show alla causa, oltre mille i volontari e 135 mila euro raccolti e destinati in beneficenza. E quest’anno è pronta a ripartire con un nuovo evento a Treviso dal 30 aprile al 3 maggio, in zona ex Dogana, con importanti artisti della musica contemporanea di respiro internazionale.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento