blog

Asolo, confermata la bandiera arancione del Touring club

La conferma della prestigiosa certificazione grazie alla qualità turistico-ambientale della “Città dai Cento Orizzonti”

È stata confermata ieri, durante un incontro online in cui era presente anche il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, la Bandiera Arancione alla Città di Asolo per il prossimo triennio, 2021-2023. La speciale certificazione viene attribuita dal Touring Club Italiano a tutti quei borghi dell'entroterra con meno di 15mila abitanti e che superano una severa selezione rispondendo a parametri di accoglienza, servizi per il turista, ospitalità, rispetto dell'ambiente, tutela del territorio e molto altro. La conferma della certificazione viene rilasciata solo dopo che una apposita commissione, senza alcun preavviso né comunicazione durante il sopralluogo, si reca sui territori a verificare che i particolari criteri necessari per l'assegnazione della Bandiera Arancione vengano mantenuti negli anni. 

«È una conferma che ci rende molto orgogliosi - afferma il Sindaco Mauro Migliorini -. Lavoriamo sodo per la tutela e la cura del nostro territorio, per le Terre di Asolo e del Monte Grappa, ma anche per tutte quelle persone che vengono a trovarci durante la settimana o per trascorrervi le ferie. Questo marchio, quello della Bandiera Arancione, è una garanzia, perché certifica la qualità turistico-ambientale che la nostra Asolo possiede». 

«Questo Comune - prosegue il sindaco - riesce a distinguersi per il suo ricco calendario di eventi e manifestazioni; durante queste occasioni, e non solo, la comunità locale e gli operatori riescono a farsi apprezzare per l’accoglienza e l’ospitalità con cui sanno far sentire il turista come se fosse a casa propria. Notizie ed informazioni sui vari eventi possono poi essere trovate su un sito web completo e di facile consultazione».

L’iniziativa si sviluppa in completa coerenza con la natura e la storia del Touring, in linea con tutte le sue iniziative volte a promuovere uno sviluppo turistico sostenibile, dove la tutela del territorio e del patrimonio è connessa all’autenticità dell’esperienza di viaggio. Le 262 Bandiere arancioni certificate rappresentano solo il 9% delle circa 3.000 candidature analizzate. Nell’occasione, l’Amministrazione comunale esprime i propri ringraziamenti all’Ufficio turistico, al personale del Comune, alle varie associazioni culturali, agli operatori, ai volontari e ai cittadini che rendono la comunità asolana un luogo di accoglienza e di continua scoperta per ospiti e visitatori. La conferma della Bandiera Arancione del TCI rappresenta inoltre un ulteriore tassello del mosaico di elementi a supporto dei percorsi di candidatura della Città di Asolo a Patrimonio UNESCO e a Capitale italiana della Cultura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asolo, confermata la bandiera arancione del Touring club

TrevisoToday è in caricamento