menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aspettando Cheese": un weekend alla scoperta dei formaggi nel paesaggio del Grappa

L'8 e il 9 aprile a Cavaso del Tomba la rassegna che anticipa la manifestazione internazionale di settembre a Bra. Un aperitivo chiacchierato con il maestro-scrittore Lucio Carraro, degustazioni e mostra-mercato

CAVASO DEL TOMBA Un weekend all’insegna del formaggio di qualità, per degustare prodotti unici - buoni, puliti e giusti - attraverso la loro storia conoscere il territorio, confrontarsi sui temi della sostenibilità e del valore sociale delle scelte alimentari. La proposta arriva dalla condotta Slow Food Alpe Madre MMG, dall’associazione GasAsolo, Comune e Pro loco di Cavaso del Tomba, ai piedi del Massiccio del Grappa, lì dove nasce lo straordinario formaggio Morlacco di malga. Sabato 8 e domenica 9 aprile si svolge la prima edizione di "Aspettando Cheese", unico appuntamento che anticipa l’evento internazionale di Slow Food in programma in settembre a Bra. “Se Cavaso in Fiore, che si svolge in contemporanea domenica 9, è una proposta nata per valorizzare le produzioni locali e raccontare il territorio – spiega il sindaco Giuseppe Schriminich – Aspettando Cheese rappresenta la prosecuzione ideale di questo percorso. La storia degli ultimi due secoli di Cavaso e infatti fortemente legata a quella della sua Latteria sociale: attiva dall’Ottocento, proponeva prodotti unici ed esportava in tutta Italia, fino a Londra.

Sabato 8 alle 18.45 "Aspettando Cheese" si apre con un aperitivo chiacchierato, mettendo in circolo idee e proposte per valorizzare la biodiversità. Una riflessione accompagnata dalla degustazione proposta da Claudio Gazzola, chef dell’Osteria alla Chiesa di Monfumo, che abbinerà i suoi piatti con racconti originali. Sarà ospite il maestro-scrittore Lucio Carraro, autore de “Il senso della lumaca e altre storie”. Il volume edito da Slow Food raccoglie storie di agricoltori e allevatori veneti che hanno scelto di puntare sulla sostenibilità, contribuendo a disegnare – dal basso – la rotta di un nuovo modello di sviluppo. Antonio Alberton, della condotta locale, racconterà il percorso intrapreso con i produttori del presidio del Morlacco e presenterà il nuovo disciplinare: un documento che propone l’adozione di un’etichetta comune a tutela della qualità. Alle 20.30, un momento musicale con i bambini della scuola primaria Sartor.

Domenica 9 per tutta la giornata, dalle 10 alle 19 piazza Benedettini sarà animata da una mostra mercato con i formaggi dei presidi Slow Food del Triveneto, cui si affiancano i formaggi di altri produttori che rispettano il disciplinare di Cheese, dicendo no agli allevamenti intensivi e mostrandosi attenti al biologico, dall’Asiago al Monte Veronese, dal Puzzone di Moena al Botìro di Primiero di malga, fino al Forma di Frant della Carnia. Due le degustazioni in programma: alle ore 15 i formaggi, a cura dell’ONAF (Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggio), alle 16 l’olio d’oliva proposto da Olea Club (partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria entro il 7 aprile telefonando a 04239423137). Uno stand gastronomico in funzione per tutta la giornata propone un menù a base di prodotti locali e formaggi tipici. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento