Big Jump, tuffo di gruppo nelle acque del Piave per la tutela del fiume

Domenica 11 luglio a Saletto di Breda di Piave l'iniziativa supportata da Legambiente Veneto. Il commento del presidente Luigi Lazzaro: «Sentiamo l'urgenza di un cambio di passo»

Domenica 11 luglio è tornato nella Marca l'appuntamento con "Big Jump", la campagna europea European Rivers Network (ERN) a cui ha aderito anche Legambiente Veneto.

Un tuffo simbolico nei corsi d’acqua per riportare l'attenzione sulla Direttiva Quadro Acque e sulla qualità dello stato dei nostri fiumi. Per questo, e in occasione della nuova campagna di Legambiente Veneto: "Operazione Fiumi - Esplorare per custodire" che ha fatto tappa proprio il 10 e 11 luglio sul Piave, Legambiente ha deciso di organizzare un simbolico tuffo nelle acque del Piave. Domenica alle ore 15 a Saletto di Breda di Piave, presso la riva del fiume, un gruppo di persone si è tuffato in acqua a sostegno della causa ambientalista e per dimostrare l’esistenza di un’attenzione straordinaria verso il fiume “sacro alla patria”, per fronteggiare gli ostacoli, materiali o immateriali, che ne mettono a rischio la tutela e per stimolare l’attenzione delle comunità fluviali attorno a tre concetti chiave: riqualificazione fluviale ed incremento della naturalità dell’ecosistema fluviale; sicurezza delle persone; promozione della cultura scientifica e di comunità.

«Come anticipato con il nostro documento “La Piave fiume identitario, fiume resiliente”, già presentato lo scorso aprile a tutte le Amministrazioni Locali rivierasche - conclude Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto - sentiamo l’urgenza di un cambio di passo per una visione diversa e più condivisa del fiume e del suo bacino e oggi più che mai necessitiamo di alleanze capaci di rafforzare le identità locali nel rispetto degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'agenda 2030».

Si parla di

Video popolari

Big Jump, tuffo di gruppo nelle acque del Piave per la tutela del fiume

TrevisoToday è in caricamento