Sabato, 25 Settembre 2021
blog

Via l'assegno di cura alla malata di Sla: solidarietà anche dalla Marca per Carla

La donna, di Taranto, ha 52 anni e da sette lotta contro un male terribile che la costringe a comunicare solo con gli occhi. Su Facebook una campagna per aiutarla

TREVISO Tanti, tantissimi messaggi di solidarietà da tutta Italia e anche dalla Marca per supportare la battaglia di Carla Bocola, 52enne di Taranto (ma nativa di San Severo, in provincia di Foggia), affetta da sla. Dalla scorsa estate la Regione Puglia ha tolto a Carla e a decine di altri cittadini pugliesi l'assegno di cura (circa mille euro) in base ad un nuovo bando che prevedeva l'assegnazione di un punteggio basato sulla gravità della patologia e l'Isee. Comprendendo nell'Isee anche l'assegno di accompagnamento, Carla ha perso il diritto a quel denaro che le permetteva le cure e la retribuzione di chi le prestava assistenza. La 52enne, sposata e con due figli, è già stata costretta a licenziare una delle due persone che la accudivano: prima della malattia lavorava in un call center. Il futuro, per ora, in attesa di una schiarita, è grigio.

Nonostante ciò Carla non si perde d'animo: da qualche tempo, attraverso un apparecchio ottico, può scrivere e comunicare via Facebook con i suoi tanti amici che la stanno supportando in questa battaglia che si è diffusa a macchia d'olio sui social. Qualcosa intanto, anche sul fronte istituzionale, si sta muovendo. "Proprio ieri -ci scrive Carla- c'e' stato un incontro con il presidente Emiliano e si e' deciso di inficiare questo bando e rifarlo con nuovi criteri: il problema e' che non si sa quando avremo questi soldi". Chattando con Carla scopriamo una persona brillante, ironica ma la realtà che si trova a vivere è dura, durissima. "Attualmente sono tracheotomizzata con peg -racconta- muovo solo gli occhi e non parlo da tre anni". Ti aspettavi un seguito così importante alla tua vicenda? "Faccio parte di un gruppo fantastico di sanseveresi che vivono fuorisede -ci spiega- io sono di San Severo ma vivo a Taranto da 27 anni.Loro hanno messo in moto una rete di solidarietà. Hanno riempito pagine di Facebook con foto con cui fanno appelli alle istituzioni a non abbandonarmi, stiamo parlando di centinaia di foto".

27858437_10210454898755619_8384103474488386747_n-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via l'assegno di cura alla malata di Sla: solidarietà anche dalla Marca per Carla

TrevisoToday è in caricamento