Lotta a mosche e zanzare, Casale apre le porte alle rondini

Saranno coinvolti 100 bambini, 5 classi di quarta elementare presso i plessi dell'intero territorio comunale, verranno posizionati 70 nidi (9 nelle scuole e 61 in abitazioni private) per un potenziale di 350 uova per stagione

Rondini pigolanti

L'Associazione Genitori di Casale sul Sile in collaborazione con l'Istituto Comprensivo e l'Amministrazione Comunale di Casale sul Sile vuole favorire la nidificazione delle rondini, dei balestrucci, dei rondoni e salvaguardare la loro presenza nel territorio in quanto sono alleati preziosi per il controllo di vettori di malattie quali zanzare (West Nile Virus) e mosche. Il progetto coinvolgerà la popolazione, i Laboratori di Cittadinanza, la Fondazione "Il Nostro Domani" Onlus, il Comune di Casale sul Sile e, tramite un percorso di educazione ambientale, gli studenti della Scuola Primaria di Casale sul Sile.

Saranno coinvolti 100 bambini, 5 classi di Quarta Elementare presso i plessi dell'intero territorio comunale, verranno posizionati 70 nidi (9 nelle scuole e 61 in abitazioni private) per un potenziale di 350 uova per stagione. 3000 zanzare vengono mangiate da una rondine in un giorno! Inoltre, la mano speciale dell'artista Francesco Tullio Altan, il papà della Pimpa, darà vita a delle illustrazioni per promuovere il progetto. Il cronoprogramma sarà il seguente: 15 febbraio posizionamento nidi presso l'Istituto Comprensivo e abitazione private, fine marzo promozione del progetto tramite la Settimana dell'Ambiente, a metà aprile uscite sul "campo" e monitoraggio, a fine aprile programmazione 2021, a fine maggio a Segovia (Spagna) 6^ Conferenza Internazionale sui Rondoni.

«Il 31 gennaio siamo andati a deliberare in Giunta Comunale una serie di azioni locali per il contenimento della zanzara e di altri insetti con programmi integrati di azioni e valorizzazione delle specie predatrici naturali, tutelando in particolar modo la nidificazione di rondini -spiega il sindaco di Casale sul Sile, Stefano Giuliato- Gli assessori Celestina Segato e Massimo Da Ros hanno collaborato con gli altri stakeholders per pianificare l'obbiettivo. Ringrazio tutti gli attori protagonisti di questo progetto, a partire dalla nostra concittadina Franca Baldessin, biologa, alla dottoressa Lisa Canal e al dottor Francesco Mezzatesta medico e naturalista che per vent'anni ha contribuito alla crescita della LIPU in Italia, infine, al supporto avuto dal dottor Francesco Maiano dell'azienda SGD Group Srl che ha sposato l'iniziativa e sempre attenta al miglioramento della salubrità dell'ambiente». Sabato 15 Febbraio avrà inizio il posizionamento dei nidi.

RONDONE-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da tre giorni: Giorgia ritrovata a Napoli nella notte

  • Scontro tra quattro auto lungo la Circonvallazione est, muore una 56enne

  • Tragico schianto fuori strada, muore automobilista

  • Questa sciatica mi uccide!

  • Coronavirus, attenzione al massimo anche in Veneto

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

Torna su
TrevisoToday è in caricamento