rotate-mobile
LA RECENSIONE / Centro / Corso del Popolo

Casanova Opera Pop, la lettera d'amore di Red Canzian a Venezia

In scena fino a venerdì 25 febbraio, sul palco del teatro "Mario Del Monaco" di Treviso, il musical ideato dall'ex bassista dei Pooh. Due ore di musica e spettacolo che attualizzano un mito intramontabile

Opera "pop" è il termine di sicuro più adatto per raccontare il "Casanova" di Red Canzian, musical in due atti in scena fino a venerdì 25 febbraio al teatro "Mario Del Monaco" di Treviso. Martedì sera la prima trevigiana dello show alla presenza dell'ex bassista dei Pooh, dopo il grave ricovero ospedaliero che l'aveva colpito a inizio anno. Un successo da tutto esaurito.

Sul palco due ore di musica divise da un breve intervallo con la regia di Emanuele Gamba e prodotte da Canzian insieme alla moglie Beatrice Niederwieser. Il musical è stato concepito dall'ex bassista dei Pooh come regalo per i 1.600 anni della città di Venezia. Una lettera d'amore e musica che racconta il passato per guardare al futuro. Si tratta infatti del primo spettacolo inedito di teatro musicale ad andare in scena dopo la riapertura dei teatri a piena capienza. Prima di arrivare nella Marca, "Casanova" aveva debuttato a Venezia, registrando il tutto esaurito, e ottenendo ottimi successi di pubblico anche a Bergamo e Udine. Dopo le date di Treviso, lo show si sposterà a Torino dall'8 al 13 marzo.

CasanovaOperaPop_FRANCESCA&CASANOVA_phJarno_6479-2

Canzian porta in scena un musical "popolare" perché in grado di catturare fin da subito l'attenzione dello spettatore, attualizzando in maniera davvero accattivante la figura di un mito intramontabile come quello di Casanova. A dare corpo e voce al re dei seduttori un ottimo Gian Marco Schiaretti, punta di diamante in un cast a dir poco variegato e numeroso. Tratto dal libro di Matteo Strukul, "Casanova" è impreziosito da 30 cambi di scena, costumi e scenografie di grande effetto. Non avere un'orchestra che suoni le musiche dal vivo è forse il difetto più grande del musical. L'approccio, soprattutto per un pubblico straniero a cui far conoscere la storia della Serenissima, è però quello giusto e Canzian si gode finalmente gli applausi della sua Treviso. La musica non si ferma, anzi, è appena ripartita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casanova Opera Pop, la lettera d'amore di Red Canzian a Venezia

TrevisoToday è in caricamento