rotate-mobile
Blog

Don Gallo, “Allargo le braccia e i muri cadono”: la nuova graphic novel di Claudio Calia

L'autore ricorda i dieci anni dalla scomparsa del prete degli ultimi con un libro a fumetti che ripercorre la storia di Genova, dal G8 a De André

“Allargo le braccia e i muri cadono”. Claudio Calia ha intitolato così la sua ultima graphic novel, edita da Feltrinelli, dedicata a don Gallo, pubblicata quest’anno in occasione del decimo anno dalla sua scomparsa, il 22 maggio. Il libro a fumetti si apre con le parole di Haidi Giuliani, la mamma di Carlo Giuliani morto a Genova durante il G8 del 2001. E poi ci sono Fabrizio De André e la moglie Dori Ghezzi, il sindacalista Maurizio Landini, Vasco Rossi - che lo invitava sul palco ogni volta che suonava a Genova. 

Un’opera ambientata a Genova, ricca di testimonianze e ricordi, la storia di un personaggio come quel don Andrea Gallo, da tutti conosciuto come Don Gallo, che da fine anni Settanta ha dato vita alla comunità di San Benedetto al porto. La vita di un prete marxista - su un comodino teneva la Bibbia e il Vangelo, dall'altra parte Il Capitale di Carl Marx - che accoglieva gli ultimi, dava una mano ai giovani ritrovatisi nella spirale dell’eroina. Un prete che c’era, in tutte le occasioni, dalle manifestazioni contro la guerra, alle proteste del G8. E che Claudio Calia ha scelto di raccontare attraverso le immagini: “Come ho conosciuto don Gallo? Lui era là” si domanda e si risponde l’autore. 

L'opera è ispirata alla figura di don Gallo

Calia è nato a Treviso nel 1976 e vive a Padova. È autore di Piccolo atlante storico geografico dei centri sociali italiani (2014), Leggere i fumetti. Dagli Avengers a Zerocalcare: una prima agile guida per chi vuole cominciare a leggere i fumetti (2016), Kurdistan. Dispacci dal fronte iracheno (2017), Dossier TAV. Una questione democratica (2019), pubblicati da BeccoGiallo. Tiene corsi e workshop di fumetto, storia del fumetto e giornalismo a fumetti per diversi enti, in Italia e all’estero. Ha collaborato, tra gli altri, con l’Università di Padova, l’Università di Trieste, il Centro Servizi e Volontariato della Provincia di Padova, il Treviso Comic Book Festival, il Cretecon Festival, il Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari, l’Associazione Ya Basta - Caminantes, Un Ponte Per e l’Hiwa Foundation per workshop in Iraq, CEFA Onlus e Overseas Onlus per laboratori in Marocco e Tunisia.

Allargo le braccia e i muri cadono

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Don Gallo, “Allargo le braccia e i muri cadono”: la nuova graphic novel di Claudio Calia

TrevisoToday è in caricamento