rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
blog

Nuove colture nel futuro dell'agricoltura made in Treviso

Giovedì prossimo partirà una serie di incontri sul territorio per analizzare le potenzialità di alcune produzione: nocciolo, melograno, luppolo, canapa, bamboo, bachi da seta-gelso

PAESE Da una parte la crisi delle colture tradizionali e dall’altra la richiesta di nuovi prodotti agricoli specializzati. Lo scenario del made in Treviso potrebbe cambiare e arricchirsi di colture che oggi trovano spazio nel primario della Marca solo marginalmente. Per questo i ragionamenti in casa Coldiretti Treviso sono iniziati da tempo con l’idea di valutare tutte le opportunità che le imprese agricole potrebbero cogliere nei prossimi anni. Per questo giovedì prossimo decollerà una serie di incontri sul territorio per analizzare le potenzialità di alcune produzione: Nocciolo, Melograno, luppolo, Canapa, Bamboo, Bachi da seta-gelso.

“La globalizzazione e l’allargamento dell’Ue ad Est ha messo in crisi la nostra cerealicoltura ed è pertanto fondamentale programmare eventuali variazioni colturali per garantire una redditività alle imprese agricole – sottolinea Walter Feltrin, presidente di Coldiretti Treviso – Se il mercato richiede dei nuovi prodotti diventa importante per l’agricoltura trevigiana prepararsi a dare delle risposte. Inoltre c’è da considerare che le colture di cui parliamo hanno un positivo impatto ambientale e soprattutto sono coltivabili nelle aree marginali”.

Quindi partirà un vero e proprio test sul territorio della Marca, curato dall’area Cooperazione e filiere di Coldiretti Treviso diretta da Elio Tronchin: “Certamente dobbiamo verificare le condizioni ambientali nostrane e la resa di queste produzioni in modo da comprendere quali di esse possono dare le risposte adeguate alla redditività del progetto – aggiunge Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso – Questi incontri diventano fondamentali per comprendere anche l’interesse sul territorio per dar vita a delle vere e proprie filiere di prodotto che a loro volta sono indispensabili”. 

Il primo incontro del ciclo “Nuove colture e nuovi orizzonti” si svolgerà  Giovedì 9 febbraio 2017, alle ore 20:00, a Villorba (TV) presso la Sala Parrocchiale e sarà introduttivo grazie a degli interventi su:  Nocciolo (Elio Tronchin), Melograno (Renato Salvadori), Luppolo (Eugenio Pellicciardi), Canapa (Manuela Pierobon),  Bamboo  (Alessio Fuser) e Bachi da seta – Gelso (Elio Tronchin).

Gli altri incontri si svolgeranno presso la sede provinciale di Coldiretti Treviso, in Viale Sante Biasuzzi n. 20 a Paese. A sostenere il progetto Banca della Marca.

NOCCIOLO,  11 FEBBRAIO ORE 10.00 GIANLUCA GRISERI – responsabile tecnico ASCOPIEMONTE or-ganizzazione produttori frutta a guscio

MELOGRANO 16 FEBBRAIO ORE 20.00 RENATO SALVADORI—imprenditore commerciale “SALVADORI AGRICOLTURA”

BAMBOO 22 FEBBRAIO ORE 20.00 ALESSIO FUSER responsabile commerciale per TREVISO del consorzio bambù ITALIA

LUPPOLO 2 MARZO ORE 20.00 ENRICO CARLON tecnico produzione piante di luppolo

CANAPA 8 MARZO ORE 20.00 MANUELA PIEROBON laureata in scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio

BACHI DA SETA — GELSO 5-6-7 MAGGIO intera giornata a cura dei tecnici dell’A.I.G

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove colture nel futuro dell'agricoltura made in Treviso

TrevisoToday è in caricamento