Suoni di Marca 2020 durerà una settimana in meno: il Core Festival non si farà

Brutte notizie per i concerti dell'estate trevigiana. Il festival nell'area dell'ex Dogana chiude i battenti dopo solo un'edizione. Suoni di Marca resta sulle Mura ma con meno giorni

In foto il pubblico a un concerto dell'Home Festival (Immagine d'archivio)

Si avvicina il ritorno della bella stagione e iniziano a entrare nel vivo anche i preparativi per i grandi eventi dell'estate trevigiana. Due brutte indiscrezioni sembrano però destinate a rovinare il divertimento dei trevigiani appassionati di musica dal vivo.

Stando a quanto riportato da "La Tribubna di Treviso", Suoni di Marca potrebbe durare due settimane invece delle solite tre. Se la decisione sarà confermata nelle prossime settimane potrebbe trattarsi di una cambiamento storico dal momento che, in quasi tutte le edizioni passate, il festival si è svolto da metà luglio alla prima settimana di agosto. Nei giorni scorsi alcune indiscrezioni avevano parlato addirittura di un possibile trasferimento dell'evento dal Bastione sulle Mura di Treviso all'area dell'ex Dogana o di San Giuseppe. Un'ipotesi scartata dagli organizzatori. Il festival, che quest'anno si prepara a festeggiare la sua 20esima edizione, dovrà puntare dunque su un programma più ridotto dove concentrare i grandi artisti che anno dopo anno è riuscito sempre a regalare a Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Core Festival chiude i battenti: addio Treviso

Dopo solo un'edizione nella zona dell'ex Dogana, il Core Festival si prepara a lasciareTreviso. Gli organizzatori hanno deciso di puntare tutto su Home Festival ampliando l'edizione del 2020 al Parco San Giuliano e abbandonando la manifestazione trevigiana. Nei giorni scorsi, sui social, sono sparite le pagine ufficiali del Core Festival che aveva portato a Treviso l'anno scorso il meglio della musica italiana del momento: da Calcutta ai Maneskin passando per Articolo 31, Achille Lauro e Pinguini Tattici Nucleari. La nuova edizione era attesa dal 12 al 14 giugno ma non si farà. Massima priorità dunque a Home Festival il progetto originario del patron Amedeo Lombardi. Dopo l'edizione da incubo del 2019 con gli artisti più importanti cancellati dal programma, gli organizzatori vogliono puntare tutto sul nuovo festival sempre al Parco San Giuliano di Mestre. I primi annunci devono ancora essere fatti ma, dopo aver cancellato il Core Festiva, si prevedono grandi nomi sia per la musica italiana che per quella internazionale tutti concentrati in un'unica manifestazione come pensato in origine per l'evento che da quest'anno abbandonerà del tutto Treviso. Home Festival 2020 si svolgerà dal 10 al 12 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento