menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un operatore del Ca' Foncello

Un operatore del Ca' Foncello

Riapriamo Treviso!

La lettera aperta di Luigi Calesso, Coalizione civica

La conferma della riapertura delle scuole da lunedì prossimo sarebbe la cartina di tornasole del fatto che il peggio è passato, che le misure più restrittive per limitare la diffusione del contagio da coronavirus non sono più necessarie. In ogni caso, è il momento di riaprire Treviso. E’ il momento di riaprire la nostra città ai visitatori e ai turisti non solo con le dichiarazioni e le richieste di non farsi prendere dal panico, ma con scelte chiare che dimostrino come la città sia viva, vitale e attraente. Faccio mie le parole del Sindaco di Milano Sala che vuole riaprire la sua città e quelle del vicesindaco di Padova Arturo Lorenzoni che ha dichiarato: “Servono subito azioni mirate per alleviare i danni a chi ha fatto del Veneto una delle regioni economicamente più stabili nel nostro paese. Serve un occhio di riguardo per quei mondi spesso trascurati come quello culturale e di promozione turistica del territorio. Dobbiamo prenderci cura del presente cercando soluzioni che guardano al futuro.

Se l’emergenza sanitaria diventa emergenza economica e sociale non basterà certo debellare il virus per riprendere la nostra quotidianità”. Penso che sia arrivato il momento di riaprire i musei, i cinema e i teatri e tutte quelle strutture culturali che più sono state penalizzate in questi giorni anche perché la loro sopravvivenza economica è legata proprio a un afflusso costante di persone. E penso che sia il momento di pensare tutti insieme (amministrazione cittadina, associazioni di categoria, rappresentanti del mondo culturale e dell’associazionismo…) quali sono gli strumenti necessari per recuperare il tempo e il terreno perduto. Saranno necessari provvedimenti sul piano economico, fiscale, della promozione turistica e non ci si potrà fare carico di tutto a livello locale, ma l’amministrazione, insieme ai rappresentanti del mondo economico, sociale, culturale può e deve farsi interprete a tutti i livelli istituzionali delle necessità di chi è stato danneggiato in questi giorni e rischia di esserlo ulteriormente nei prossimi mesi. Insieme, riapriamo Treviso! Facciamolo subito, agiamo concretamente per poter autorevolmente chiedere ad altri che lo facciano!

Gigi Calesso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Aggredisce una studentessa in bici: 44enne finisce in carcere

  • Attualità

    Covid, 162 nuovi positivi e altri tre morti nella Marca

  • Attualità

    Vax Day per gli Over 80 nella Marca: «Oltre duemila vaccinati»

  • Attualità

    Monastier, sit-in davanti alla casa occupata: «Fuori gli abusivi»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento