rotate-mobile
Blog

Tutto pronto per la Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri 2023

Dal 9 al 12 maggio Vittorio Veneto sarà la capitale italiana della formazione professionale legata all’enogastronomia e all’ospitalità alberghiera.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

In quanto “campione in carica” è l’Istituto Alberghiero “Alfredo Beltrame” di Vittorio Veneto a organizzare e ospitare, dal 9 al 12 maggio, l'attesissima Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri, il contest che premia i migliori studenti italiani nei settori Enogastronomia, Sala/bar e vendita, Accoglienza turistica. Concepita per scoprire e valorizzare i giovani talenti della ristorazione, l’edizione 2023 della Gara si svolge nella Città della Vittoria in forza dei risultati conseguiti nella competizione dello scorso anno - all’IIS “Almerico da Schio” a Vicenza, quando il “Beltrame” si è aggiudicato (per la quarta volta, dopo le edizioni 2005, 2011 e 2015) il titolo di miglior Istituto Alberghiero d’Italia. “Non si tratta di una semplice competizione tra istituti - spiega Letizia Cavallini, dirigente del “Beltrame” -, ma di una preziosa occasione per promuovere, insieme ai talenti della nostra scuola, le eccellenze del territorio, con particolare riferimento al contesto culturale delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene UNESCO. Proprio per questo abbiamo predisposto un ricco calendario di appuntamenti collaterali, rivolti ai docenti e ai dirigenti che giungeranno da tutto lo stivale, pensati per conferire valore aggiunto alla manifestazione”. “Ospitare la Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri sulle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene è un onore e un’ottima opportunità – aggiunge Marina Montedoro, presidente dell’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene. Il Veneto è la prima regione turistica italiana con circa 75 milioni di presenze all’anno e le Colline sono state la sola destinazione turistica regionale che non ha registrato una flessione, bensì un incremento di presenze rispetto all’ultimo anno preso a riferimento (2019) con un + 2,1%. Questi dati ci dicono che puntare sulla formazione dei nostri ragazzi in ambito turistico alberghiero ricettivo è fondamentale. I nostri giovani sono gli ambasciatori del territorio che con professionalità, partendo dalla valorizzazione delle produzioni tipiche e tradizionali, possono raccontare la storia e la bellezza del Veneto”. Nel corso delle tre giornate di Gara, che rientra nel Programma per la valorizzazione delle eccellenze del MIM, cinquanta, tra allievi e allieve provenienti da tutto il Belpaese, gareggeranno in complesse e impegnative prove, progettuali e pratiche, sotto lo sguardo attento di una giuria composta da professionisti (chef stellati, barman, sommelier e una rappresentante del MIM) e insegnanti; sarà l’occasione per mettere a frutto conoscenze e abilità acquisite a scuola e nel corso degli stage. È un momento importante di socializzazione e di scambio di esperienze tra studenti provenienti da territori diversi, che colgono il medesimo obiettivo di valorizzazione del made in Italy e delle risorse turistiche dei propri territori. Si tratta di uno sforzo organizzativo, ed economico, notevole per il “Beltrame” che ha trovato però il supporto e la collaborazione di numerosi enti del territorio: dalla Regione Veneto alla Provincia di Treviso fino al Comune di Vittorio Veneto, passando attraverso le Pro Loco, le imprese private, e la Banca Prealpi San Biagio: “L’Istituto Beltrame è una delle eccellenze nel campo dell’istruzione del nostro territorio - afferma il presidente Carlo Antiga -, che sosteniamo da anni. I prestigiosi riconoscimenti ottenuti, che danno la possibilità di ospitare il contest nazionale, testimoniano la validità dei progetti formativi di questa realtà, di cui abbiamo condiviso il programma e sostenuto da anni il progetto Feelin’ Food e l’annessa realizzazione della smart kitchen ‘Cucina Blu’. Investire sulle nuove generazioni, e sulle loro competenze, è fondamentale per garantire il futuro delle nostre comunità di riferimento, affinché la crescita sia sempre più qualificata, sostenibile e condivisa”. Martedì 9 maggio 19:30 in Piazza del Popolo è in programma la cerimonia di inaugurazione della manifestazione alla presenza di numerose autorità, tra le quali, la capo ispettrice del Ministero dell’istruzione e Merito, Gerda Flaminia, e la dirigente dell’Ufficio Scolastico di Treviso e per il Veneto, Barbara Sardella. L’evento coinciderà con la partenza del Tour delle Eccellenze Venete. Mercoledì 10 maggio dalle 9:30 presso il Teatro Da Ponte, convegno “Turismo Enogastronomico di qualità ai tempi del metaverso”. Relatori: Roberta Garibaldi, docente di Tourism Management all’Università di Bergamo, Antonio Montanari, architetto e docente universitario di Scienze Gastronomiche, Marta Cotarella, direttrice dell’Accademia di Alta Formazione in Sala e Accoglienza “Intrecci”, Anna Maria Pellegrino, gastronoma, blogger, presidente fondatrice AIFB, Associazione Italiana Food Blogger, Gualtiero Carraro, imprenditore Digitale. Venerdì 12 maggio serata di Gala e premiazioni presso CastelBrando. La manifestazione gode del sostegno di: Asco Holding, Banca di Credito Cooperativo Prealpi SanBiagio, Castelbrando, Electrolux, Primavera del Prosecco Superiore, Savno, Colline del Prosecco Conegliano Valdobbiadene UNESCO, Consorzio degli Istituti Alberghieri del Veneto, RE.NA.I.A.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per la Gara Nazionale degli Istituti Alberghieri 2023

TrevisoToday è in caricamento