Venerdì, 17 Settembre 2021
blog Oderzo / Via Luzzatti Luigi

Storia di Tenny: la gatta che aspetta fuori dall'ospedale

La micia è diventa in poche settimane la mascotte dell'ospedale opitergino. Ogni giorno si presenta davanti alla portineria aspettando l'uscita del padrone costretto a lasciarla sola

Anche la micia sostiene e solidarizza con la collega Tenny

ODERZO I dipendenti dell'ospedale l'hanno soprannominata Tenny per la tenacia con cui ogni giorno si presenta puntualmente davanti alla portineria del nosocomio opitergino nell'attesa che esca il suo padrone che lei ricorda di aver visto entrare alcuni mesi fa.

Una storia commovente e straziante quella raccontata da "Il Gazzettino di Treviso". La micia opitergina è diventata in pochissimo tempo la mascotte dei dipendenti dell'azienda sanitaria che, vedendola stazionare ogni mattina davanti alla portineria dell'ospedale, l'hanno accolta e coccolata per diverse settimane. Purtroppo, quello che Tenny non sa è che il suo padrone non uscirà mai da quelle porte ma lei, nonostante tutto, non sembra volersi rassegnare. Qualche tempo fa le era stata pure trovata una famiglia adottiva che si era dimostrata disponibile ad accoglierla in casa ma l'animale, dopo pochi giorni, è scappato per fare ritorno all'ospedale di Oderzo sempre nella speranza di poter rivedere il suo amato padrone. Un'attesa senza fine che ricorda, per certi versi, il Godot di Samuel Beckett. Ogni giorno Tenny si siede davanti all'ospedale e aspetta. Chi la vede spesso la ricopre di coccole e attenzioni ma lei ha occhi solo per un padrone che continua a vivere nei suoi ricordi felini dimostrando un amore e una fedeltà a dir poco commoventi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia di Tenny: la gatta che aspetta fuori dall'ospedale

TrevisoToday è in caricamento