Treviso, una nuova installazione artistica colora Calmaggiore

Si chiama "Light up the future" (Illuminare il futuro) ed è stata donata alla città dall'artista Lorenzo Maria Monti. Il sindaco Mario Conte presente all'inaugurazione

L'installazione Light up the Future

artista trevigiano Lorenzo Maria Monti ha presentato l’installazione inedita “Light Up The Future” oltre ad una selezione delle proprie opere d’arte di maggiore rilievo.

Il nome dell’installazione deriva dall'inglese “Light Up” che significa accendere, illuminare anteposto alla parola “future” e vuole evidenziare il desiderio di far brillare l’intelligenza delle future generazioni guidate dai prossimi genitori che si affacciano all'educazione giovanile in un contesto incerto dovuto alla recente crisi globale e alla pandemia. Lorenzo ha dichiarato: “Quello del terzo millennio è un nuovo mondo. Si fa sempre più forte il rapporto tra i bambini, gli adolescenti e la tecnologia. Le vecchie generazioni consultavano enciclopedie, si recavano in biblioteca, giocavano con giochi semplici e in compagnia, oggi invece i più piccoli dedicano gran parte del loro tempo a televisione, internet, visori, smartphone, tablet e playstation.” L’intento dell’artista diventa quindi una sfida collettiva che vuole ispirare un nuovo movimento sociale, un “diritto al futuro” in cui poter conciliare la formazione umana individuale composta da studi classici, cultura e tradizione al fattore tecnologico dove social media, virtual reality e giochi di mondi paralleli immersivi entrano in maniera sempre più preponderante nella vita delle nuove generazioni.

Sindaco Mario Conte-4

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’artista trevigiano ha esposto in passato a Paratissima di Milano, alla mostra "Personal Structures Identities" in occasione della Biennale di Venezia 2019 e al Museo Luigi Bailo “Natale Sperimentale” con il patrocinio del Comune e della Provincia di Treviso, un progetto a sfondo benefico, dedicato alla raccolta fondi per l’Ospedale di Treviso e a Casa Robegan presso la collettiva “Sù Arte”. All'evento inaugurale dell’esposizione hanno partecipato molte figure di riferimento della città, tra cui imprenditori ed esponenti del mondo dello spettacolo e il sindaco Mario Conte che si è complimentato per l’iniziativa. L'installazione è visibile in Calmaggiore sopra la vetrina del negozio “Geox” e sarà illuminata ogni sera. L’esibizione  verrà aperta al pubblico tutti i venerdì pomeriggio dalle 16 alle 20 fino a Natale nello studio legale che ospita la mostra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento