rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
blog Motta di Livenza

Kelly Hill Tone: una cosplayer e dj con la passione per il retrogaming e la musica 8bit

La 22enne trevigiana Kelly Battistella ci porta alla scoperta del mondo dei videogiochi, dei fumetti e dei dj-set. Il tutto con un occhio di riguardo per gli anni '80 e '90

MOTTA DI LIVENZA "Kelly Hill Tone" (nome d'arte di Kelly Battistella) è nata a Motta di Livenza il 25 Marzo 1994, si è innamorata della musica elettronica da bambina e, ispirata da sonorità electro e french touch, ha iniziato a mettere le mani sui dischi a soli 17 anni. Diplomata al Liceo Artistico in Design della Moda, ha però presto capito che la sua vera passione è la musica e ha deciso così di dedicarsi totalmente ad essa iniziando a esibirsi come dj nei locali del Triveneto.

Affascinata dal sound vintage dei vecchi synth analogici e dalle sonorità 8bit dei grandi classici dei videogiochi, dà oggi però sfogo alla sua creatività anche come producer con l'intenzione di creare qualcosa che prenda spunto dal passato ma che miri al futuro tramite l'uso delle nuove tecnologie musicali. Durante i suoi dj-set non si limita poi su un solo genere musicale: il sound che infatti propone spazia tra l'electro house, con forti influenze techno, alla 8bit music, ma ciò che rende ancora più particolare il suo show è l'utilizzo di uno o più pad-controller con cui suona dei sample live, campionati direttamente da NES (Nintendo Entertainment System) o Gameboy. Eccentrica, creativa e poliedrica, il suo vero obiettivo è sorprendere e stupire sempre chi l'ascolta.

Non solo dj però, in quanto Kelly è anche una performer: trova difatti la sua massima espressione non solo nella musica, ma anche nel cosplay, cioè l'arte di interpretare in tutto e per tutto un personaggio riconoscibile che può essere tratto da qualsiasi tipo di opera esistente: cartoni animati, fumetti ma anche videogiochi, film o musica. Realizza inoltre i propri costumi autonomamente, curando nel dettaglio non solo le coreografie delle sue esibizioni, ma ovviamente anche la “colonna sonora”, tanto che ha partecipato a vari cosplay contest e vinto diversi premi. Proprio per questo motivo ha deciso di unire la sua passione per la musica e per il cosplay sfoggiando coloratissime chiome e stravaganti costumi anche durante i dj-set. Da dj/cosplayer osa non solo nello stile, ma anche nel sound chiptune e vocaloid che prende spunto dai videogames e dalla cultura giapponese. Insomma, un mix tra musica, arte e voglia di osare sempre di più. Gustatevi quindi qui di seguito la nostra intervista!

Kelly Hill Tone

Iniziamo subito con una domanda a bruciapelo: Kelly Hill Tone…come mai questo nome? Quale origine?

Kelly è il mio vero nome (strano, ma vero), mentre Hill Tone è un modo “alternativo” per scrivere Hilton, visto che la pronuncia risulta simile. Hilton perchè quando andavo alle superiori i compagni di scuola mi prendevano in giro chiamandomi Paris (riferendosi alla ricca ereditiera). Allora come hanno fatto tanti altri artisti in passato, ho deciso di fare di una critica e presa in giro il mio nome d'arte, ovviamente mettendoci del mio.

22 anni e già una promettente carriera da cosplayer e dj…come vedi però il tuo futuro da qui in avanti?

Non penso molto al futuro, vivo il presente. Ogni tanto mi capita di pensarci e spero di continuare a fare sempre ciò che amo per tutta la vita.

Per quanto concerne il cosplay, come è nata questa passione “particolare”? Hai degli artisti a cui ti ispiri in Italia o all’estero?

La passione per il cosplay è nata qualche anno fa quando frequentavo ancora il liceo artistico: sono sempre stata affascinata da questa arte e anche dalle mode giapponesi. Guardavo moltissimi anime (cartoni animati giapponesi) e giocavo ai videogiochi. Poi ho scoperto che esistono eventi e vere e proprie fiere in cui si può “giocare” a essere il proprio eroe preferito per un giorno! Grazie anche al mio percorso di studi (moda e costume, n.d.r.) ho iniziato piano piano a realizzare i miei costumi. Il personaggio invece a cui mi ispiro e che ho interpretato più frequentemente è Hatsune Miku, la famosa cantante idol virtuale giapponese.

Qual è stato il tuo primo costume realizzato? E quello a cui sei più affezionata?

Il primo costume che ho realizzato interamente è stato “La Regina dei 1000 Anni”, un personaggio di un cartone animato giapponese degli anni '80. Quello a cui sono più affezionata è invece la versione Galaxy di Hatsune Miku, visto che per realizzarlo ho utilizzato anche la stampante 3D per costruire gli accessori! Sono molto affezionata però anche al cosplay di DJ Sona dal videogioco League of Legends visto che ho impiegato molto tempo e impegno per creare il costume e consolle con luci a led...Ma sono affezionata un po' a tutti i miei costumi, compreso l'ultimo che ho realizzato, cioè quello della Principessa Peach da Super Mario Bros!

Parliamo ora della musica…Tu sei un’appassionata di 8bit (chiptune, n.d.r.), puoi spiegarci di cosa si tratta e di come ti sei avvicinata a questo genere, conosciuto soprattutto negli anni ’80 e ’90?

La chiptune è quel tipo di musica elettronica realizzata con i chip sonori di vecchie console di videogiochi, come il NES (Nintendo Entertainment System) o il Game Boy. Mi sono avvicinata a questo genere semplicemente perchè mi piace: quasi tutti i miei pezzi infatti riprendono il sound 8bit e si ispirano alle colonne sonore dei videogiochi anni '80. Mi sono lasciata affascinare da questo genere anche perchè sono fissata con i videogiochi retro e arcade, ovviamente! Per i miei djset propongo infatti sonorità Electro House e Techno che si ispirano al sound 8bit e il mio obiettivo è cercare di fare qualcosa di nuovo, ma che riprenda il passato utilizzando le nuove tecnologie musicali.

Tra l’altro in questi ultimi anni si è sviluppato un vero e proprio movimento mondiale dedicato al “retrogaming”…ma per te questa parola che significato ha, cosa ti ricorda?

Mi ricorda quando ero piccola. Un ragazzo mi regalò infatti il suo NES con cui ormai non giocava più e già a 3-4 anni giocavo a Super Mario Bros: è stato amore a prima vista. Non solo ero affascinata da quel mondo tutto colorato, ma anche dalle musiche, da quei suoni così basic e sintetizzati.

Sei chiaramente anche un’appassionata di videogiochi e quindi una domanda è d’obbligo: quali sono i tuoi preferiti? E la consolle da te maggiormente utilizzata?

Per quanto riguarda il retrogaming mi piacciono Super Mario Bros, Pac-Man, Arkanoid e Space Invaders. Tra i titoli più recenti i miei preferiti sono Tomb Raider e Minecraft. Attualmente sto giocando a Mario Kart con un emulatore per Raspberry e a Sonic Racing Transformed con il mio iPad, hahaha! Nonostante tutto la consolle con cui credo di aver giocato di più è stata la Playstation 2, ma anche la Xbox ha avuto il suo spazio.

Negli ultimi mesi hai partecipato al “Games District” di Verona e alla “Milan Games Week”, cosa ti hanno lasciato in eredità queste esperienze?

Sono state entrambe delle bellissime esperienze. Alla Games Week di Milano ho avuto la possibilità di suonare sul palco di Radio Deejay ed è stato fighissimo! Alla Games District invece, all'interno del Model Expo di Verona, mi sono esibita sia come dj che come cosplayer/performer: è stato molto divertente! Colgo inoltre l'occasione per salutare e ringraziare entrambe le organizzazioni!

Hai vinto anche già dei premi nella tua giovane carriera, ma al di fuori della tua “comfort zone”, come ti vedono amici e parenti?

Gli amici ormai si sono abituati e anche se non sono dell'ambiente da me si aspettano qualunque cosa, hahaha! Anche i miei genitori si sono abituati, quando mi vedono con qualche parrucca colorata in testa non ci fanno nemmeno più caso!

Per salutarci dopo questa bella chiacchierata non resta che un quesito: quali consigli daresti a chi, in futuro, volesse avvicinarsi al mondo del retrogaming, della musica 8 bit e del cosplay?

Credo che darò dei consigli generici, che infine sono utili in qualsiasi campo: ci vuole grinta, passione, determinazione e ambizione. Bisogna avere la forza di capire dove si sbaglia, di impegnarsi per migliorare di giorno in giorno e la cosa più importante è non arrendersi mai!

Qui sotto un un video di Kelly in azione, le cui riprese sono state girate durante la 5^ Edizione del "Piave Project", una festa che si svolge ogni anno a Cimadolmo e che viene organizzata dai giovani della zona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kelly Hill Tone: una cosplayer e dj con la passione per il retrogaming e la musica 8bit

TrevisoToday è in caricamento