Lago Film Fest, Viviana Carlet e Carlo Migotto lasciano la direzione artistica

Annuncio a sorpresa dopo la fine della sedicesima edizione organizzata con successo nonostante l'emergenza Coronavirus. Nasce "Piattaforma Lago": già nominati i 3 successori

I tre direttori artistici di Lago Film Fest

Viviana Carlet (classe 1979) fondatrice del Lago Film Fest e Carlo Migotto (classe 1984) hanno deciso di lasciare la direzione artistica di Lago Film Fest perpotersi dedicare allo sviluppo del progetto: "Piattaforma Lago".

«Da 16 anni costruiamo con pazienza e passione uno spazio/tempo di incontro e di scambio, creando relazioni e portando il mondo a casa nostra, perché crediamo sia il luogo più bello, che racconta la nostra storia e ha bisogno di ossigeno per vivere e crescere. Abbiamo iniziato sognando e ora non riusciamo più a smettere» spiega Viviana Carlet. «Il festival - continua Carlo Migotto - non ha mai smesso di crescere grazie ai talenti delle persone che, negli anni, hanno portato a Lago esperienze, stimoli, competenze e urgenze. I tempi sono maturi per dare la possibilità ad un nuovo direttivo di far crescere e re-inventare questo piccolo grande sogno condiviso». Piena di emozioni e di novità questa speciale edizione di Lago Film Fest che dopo sedici anni si vede inserita in un panorama più ricco, strutturato e che sceglie di dare spazio ad un più ampio ventaglio di forme ed espressioni artistiche.

Piattaforma Lago nasce dall’esperienza di Lago Film Fest di ricerca, produzione e divulgazione di progetti artistici focalizzati all’attivazione di comunità periferiche, in un'ottica di generazione di benessere culturale e sociale grazie all'ascolto, alla rilettura e alla valorizzazione delle micro-comunità internazionali. I nuovi direttori artistici sono già stati nominati: Morena Faverin (classe 1988) che dall’anno scorso affiancava Migotto e Carlet alla direzione, Mirta Ursula Gariboldi (classe 1995) e Alessandro Del Re (classe 1992). A loro il compito di guidare lo sviluppo e la crescita del festival nei prossimi due anni. Una conclusione che segna dunque un nuovo inizio per Lago Film Fest, rinnovato nella forma senza abbandonare mai il suo scopo primario: valorizzare il cinema indipendente, rendendolo accessibile ad un pubblico eterogeneo e non necessariamente legato al mondo del cinema e del cortometraggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento