Al via la 15ª edizione di Lago Film Fest, ecco il programma della prima giornata

Alle ore 18 di venerdì 19 luglio, a Revine Lago, si apriranno le porte a cinema, danza e spettacolo ma anche mostre, performance e incontri per nove giorni molto intensi

La locandina dell'evento

Il comunicato di lancio della nuova edizione parlava di un festival a visione femminile, un tema che ha cominciato a svilupparsi a partire dalla tematica scelta per il consueto Premio Sonego, concorso di sceneggiatura che quest’anno metterà alla prova i partecipanti sul concetto di lead female character . Certo si tratta di una scelta che in parte ha indirizzato l’attenzione su alcuni temi rispetto ad altri ma, allo stesso tempo, è accaduto qualcosa di fortuito: si è visto aumentare di molto tra le fila di collaboratori e ospiti presenze femminili che si sono mostrate non come eroine di movimenti politicizzati ma attraverso la loro creatività. Mai come in questa edizione si può parlare di “visione femminile”, una prospettiva nuova attraverso la quale interpretare la realtà. Lo strumento con il quale lo vogliono fare è in primo luogo attraverso il cinema, la settima arte e forma di narrazione potentissima proprio perché si nutre per definizione delle altre forme di comunicazione.

La presentazione del festival e delle tre mostre fotografiche, Surfing Iran di Giulia Frigieri, Under the Olive Tree di Sara Salvadore e Borders di Sara Pellegrino e Francesco Croce avverrà alla sera, alle ore 21 in riva al lago. La manifestazione aprirà invece i battenti alle ore 18 con due ‘incontri con autori’. Avremo modo di incontrare Francesca Mazzoleni , giovane regista siciliana che ha firmato lo scorso anno il suo primo lungometraggio, Succede , tratto dall’omonimo romanzo della youtuber Sofia Viscardi e di assistere alla presentazione di POST PINK. ANTOLOGIA DEL FUMETTO FEMMINISTA , libro a cura di Elisabetta Sedda ed edito da Feltrinelli che verrà presentato da Treviso Comic Book Festiva l. Nell’occasione saranno presenti due illustratrici del progetto: Sara Pavan e Sara Menetti le quali racconteranno la loro esperienza nel narrare il corpo della donna attraverso il fumetto.

Durante la prima serata del festival, verrà introdotto anche il focus tematico FEMALE VISIONS dedicato alle filmmakers donne dal Medio Oriente e Nord Africa e verranno proiettati alcuni lavori di animazione della talentuosa animatrice torinese Marta Gennari. Fiore all’occhiello della serata sarà la proiezione evento de La Flor del regista argentino Mariano Llinás. La pellicola, vincitrice del premio per il miglior lungometraggio in concorso al BAFICI 2018, selezionata al Locarno, Toronto e Rotterdam Film Festival, presentata a Parigi e presente all’interno della "Festa Mobile" della 36esima edizione del Torino Film Festival, sbarca con orgoglio nel borgo di Lago. Un evento speciale indirizzato agli appassionati delle mega maratone cinematografiche. Il film ha avuto un tempo di gestazione molto lungo, circa dieci anni. La sua realizzazione è stata possibile grazie alla collaborazione continuativa della casa di produzione El Pampero Cine e il collettivo femminile Piel de Lava , di cui fanno parte Pilar Gamboa, Elisa Carricajo, Laura Paredes e Valeria Correa, ovvero il quartetto protagonista. Il film della durata di circa 13 ore e mezza verrà proiettato in tre serate: venerdì 19, sabato 20 e domenica 21 luglio alla presenza della produttrice Laura Citarella . Il film di Llinás vuole essere un tributo alla forma di narrazione cinematografica una «festa delle arti, proprio come il banchetto gioioso al termine di ogni peripezia di Asterix» da vedere assolutamente sul grande schermo. D’altronde, per Llinás, «se il cinema non fosse stato così grande, non avrebbe mai cambiato il mondo».

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Trascinate dalla corrente: due sorelle rischiano di annegare nel Piave

  • Cane abbandonato sotto il ponte di Segusino: trovato il proprietario

  • Infarto fatale, panettiere stroncato a soli 48 anni

I più letti della settimana

  • Choc anafilattico dopo la pizza con gli amici: Maria Vittoria muore a soli 12 anni

  • Schianto fatale tra moto e camion: muore un centauro di 27 anni

  • Malattia incurabile: direttore dell'Interspar perde la vita a 41 anni

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: disperso un 23enne

  • Esce a tagliare l'erba: operaio del Comune trovato morto in strada

  • Jesolo: trovato senza vita il ragazzo disperso in mare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento