Martedì, 18 Maggio 2021
blog Santa Maria del Rovere / Via Fonderia

I locali che hanno fatto la storia a Treviso: il "Players"

Il locale della zona Fonderia era il principale luogo di ritrovo per i nottambuli: dopo la nottata in discoteca si tirava l'alba bevendo l'ultima birra e mangiando toast

TREVISO Difficile trovarci qualcuno prima delle tre del mattino: i suoi clienti abituali erano ancora tutti in discoteca, a ballare nel vicino "Havana" o al "Sottosopra" (poi divenuto "Amami"). Parliamo del mitico "Players", piccolo locale della zona Fonderia che per anni è stato il principale luogo di ritrovo per i nottambuli trevigiani. Dopo la nottata di festa si tirava l'alba bevendo l'ultima birra, un drink o shot di vodka, ascoltando musica (con meno decibel rispetto alle disco) e mangiando toast nel locale che, come detto, apriva i battenti molto tardi e chiudeva a mattina inoltrata. Ai tempi in cui questo luogo di post-serata andava per la maggiore era necessaria una tessera per entrare e poter consumare: costo 5 euro se non andiamo errando. All'interno la clientela era più che mai variegata e non sono purtroppo mancati negli anni episodi spiacevoli (si ricordano varie risse dovute all'abuso di alcool) che hanno portato in diverse occasioni la Questura a chiudere temporaneamente il locale. Dettagli. Il "Players", nel suo piccolo, ha fatto la storia della zona Fonderia e complici leggi e leggine nel frattempo sopraggiunte per regolare la movida, non solo trevigiana, è senza dubbio una realtà che difficilmente sarebbe ripetibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I locali che hanno fatto la storia a Treviso: il "Players"

TrevisoToday è in caricamento