Torna lo spettacolo della Superluna: sarà l'ultima del 2020

Occhi al cielo dalle 20.30 in poi di giovedì 7 maggio: l’evento astronomico sarà trasmesso anche in diretta Facebook. La luna si avvicinerà di migliaia di chilometri alla Terra

Superluna (Foto tratta da Bresciatoday)

Tutti con gli occhi al cielo e il naso all'insù per l’ultima Superluna del 2020: appuntamento questa sera, in tutta Italia, a partire dalle 20.30. La luna di giovedì 7 maggio apparirà decisamente più grande rispetto al solito: sarà infatti alla massima vicinanza dalla Terra (in Perigeo) a circa 361.180 chilometri, rispetto alla distanza media che è di oltre 384mila. Sarà ovviamente una luna piena, da tradizione chiamata la “Luna del Fiore”, a poche settimane di distanza dalla Superluna rosa di aprile.

Il culmine della vicinanza di questa nuova Superluna sarà alle 12.45 ora italiana, ma per osservarla bisognerà ovviamente attendere il calar del sole, e l’ora ideale sarà alle 20.30: dunque quando sorgerà all’orizzonte e apparirà ancora più grande per effetto della rifrazione atmosferica. Anche le condizioni meteorologiche sembrano buone, e la visibilità ottima.

Evento astronomico in diretta Facebook

L’evento astronomico verrà trasmesso anche in diretta sul web e sui social. Ad attendere questa imperdibile “alba lunare” ci sarà anche lo staff di Astronomitaly, che proprio dalle 20.30 mostrerà le immagini della luna in diretta nazionale, con telescopi. Tutto verrà trasmesso sui canali Facebook e Youtube di Astronomitaly, in presenza di Fabrizio Marra (il fondatore della Rete nazionale del turismo astronomico), Elisa Fardelli (astro-biofisica) e Andrea Orlando (fisico e dottore di ricerca in astrofisica nucleare) . «Le condizioni meteorologiche previste per la serata appaiono buone su gran parte d’Italia – fanno sapere da Astronomitaly – ad eccezione di qualche transito di nubi alto-stratificate sull’arco alpino e sul medio versante tirrenico a causa dei possibili residui di rovesci temporaleschi previsti nel pomeriggio». Ma la Superluna di maggio non sarà l’unico evento atmosferico della nottata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Storia e origini della Luna del Fiore

Ma perché è conosciuta come “Luna del Fiore”? E’ un appellativo che proviene dalle leggende dei nativi americani, in quanto la luna piena di maggio coincideva con il periodo della grandi fioriture. Ma lo stesso evento astronomico, in altre parti del mondo, è noto anche come “Luna del latte” o “Luna della semina del mais”. Oltre alla “Luna del Fiore” sarà possibile osservare (con i dovuti strumenti) anche le stelle cadenti Eta Acquaridi, la vista del pianeta Venere al tramonto e dei pianeti Giove, Saturno e Marte all'alba. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento