La cucina come segreto di longevità: "Nonna chef" festeggia cento anni

Maria Marcon nacque nel 1920 a Roncade ed è la primogenita di tre figli. La sua famiglia era proprietaria di una trattoria nel centro del paese

Maria Marcon

Era talmente apprezzata come cuoca che poteva far concorrenza anche a Cracco e Cannavacciuolo e, forse, proprio il fatto di essere così ben voluta per le sue doti culinarie è il segreto della sua longevità. Maria Marcon, ospite dal 2018 di Villa delle Magnolie di Monastier ha spento, lo scorso la bellezza di 100 candeline, un traguardo importante raggiunto con orgoglio dopo una vita piena e ricca di soddisfazioni. La signora Maria nasce nel 1920 a Roncade ed è la primogenita di tre figli. La sua famiglia era proprietaria di una trattoria nel centro del paese.

Maria, insieme alla sorella Elena, ha sempre aiutato i genitori nella gestione dell’attività. Da ragazzina, osservava per ore sua madre mentre cucinava per gli avventori del ristorante, cercando di carpire ogni segreto della sua arte. Fu così che giorno dopo giorno, piatto dopo piatto imparò tutti i trucchi del mestiere, diventando una cuoca eccellente e un’ottima divulgatrice della cucina tradizionale. La sorte, però, la mise presto alla prova: a causa della prematura scomparsa della madre, prese, giovanissima, il comando tra i fornelli e la direzione del ristorante, portando avanti il buon nome della famiglia. Maria si è sempre dedicata con passione e professionalità al suo lavoro, gestendo la trattoria fino alla metà degli anni ’50. Anche durante la seconda guerra mondiale, quando oltre al ristorante aprì le porte della sua casa ad alcuni parenti che abbandonarono Roma per trasferirsi in Veneto.

Maria e i suoi familiari hanno saputo affrontare con tenacia e resilienza le avversità che hanno colpito tutta la popolazione italiana durante il periodo bellico. Ma Maria non era sola. Negli anni della giovinezza, infatti, conobbe Carlo Meneghin, un ragazzo del paese. I due giovani s’innamorarono e nel 1949 si sposarono e dalla loro unione nacquero due figli: Marino e Maria Enrica. Il matrimonio e la nascita dei figli spinsero la signora Maria a dedicarsi completamente, con gioia e dedizione, alla crescita dei figli e alla cura della casa. Negli anni è riuscita a mantenere vive quelle passioni che da sempre l’hanno resa felice: ascoltare la musica, andare in bicicletta e viaggiare con il marito Carlo, noto in paese per organizzare gite e viaggi con compaesani e amici alla volta delle città d’arte italiane. Ha sempre amato anche il suo paese, Roncade, il luogo che l’ha vista nascere, crescere e vivere quella vita piena e ricca di soddisfazioni come solo una persona dinamica, intraprendente e gran lavoratrice come lei può vantare. Buon compleanno nonna Maria!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento