Boom di visitatori per gli impressionisti a Treviso: mostra prorogata fino al 1 maggio

Successo incredibile per l'esposizione al Museo di Santa Caterina che dopo i numeri record delle scorse settimane prolunga le date di apertura e gli orari di visita nei weekend

TREVISO Con quasi 120.000 visitatori nei primi 77 giorni di apertura, e ancor di più l'enorme successo nel periodo natalizio con oltre 34.000 visitatori in sole due settimane, la mostra trevigiana "Storie dell'impressionismo" è l'esposizione d'arte più visitata in Italia durante queste ultime settimane.

Un risultato strepitoso per la città di Treviso e soprattutto per lo staff di Linea d'ombra, a cui va riconosciuto il merito di aver portato ancora una volta la grande Arte in centro città. Per festeggiare questo incredibile traguardo, il curatore Goldin, insieme ai suoi collaboratori, ha deciso di prorogare l'apertura della mostra fino al prossimo 1 maggio. Inoltre, l'orario del venerdì e del sabato è stato portato definitivamente a quello così positivamente sperimentato durante le recenti festività natalizie, per cui dalle 9 alle 20, con chiusura della biglietteria un'ora prima. Per prenotare biglietti e visite guidate anche nelle date appena aggiunte, che vanno dal 18 aprile all'1 maggio, sara possibile contattare il call center della mostra al numero fisso 0422 429999. Oltre alla splendida esposizione dedicata agli impressionisti, sono state prorogate anche le altre due mostre all'interno del museo di Santa Caterina: "Tiziano Rubens Rembrandt. L'immagine femminile tra Cinquecento e Seicento" e "Da Guttuso a Vedova a Schifano. Il filo della pittura in Italia nel secondo Novecento". Un tris di mostre imperdibile che hanno trasformato Treviso in uno dei poli artistici più importanti d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento