rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Blog Centro / Via Reggimento Italia Libera

Moda e pubblicità in Italia, inaugurata la nuova mostra del Museo Salce

Mercoledì 21 dicembre il taglio del nastro per la grande esposizione allestita negli spazi dell'ex chiesa di Santa Margherita con 82 manifesti della Collezione Salce. Sarà visitabile fino al 30 aprile 2023

Grande successo di pubblico all'inaugurazione della mostra "Moda e pubblicità in Italia 1890-1950" presentata mercoledì mattina, 21 dicembre, a cura di Dario Cimorelli, Eugenia Paulicelli e Stefano Roffi. La nuova mostra, nella suggestiva sede espositiva di Santa Margherita (Museo Nazionale Collezione Salce), si potrà visitare fino al 30 aprile 2023.

La mostra

L'esposizione racconta la moda a partire dal 1890, attraverso il mondo della comunicazione, allora nascente, soffermandosi in particolare su due casi unici che distinguono l’Italia da qualunque paese al mondo: la comunicazione dei Magazzini Mele di Napoli, la più imponente, capillare, ricca attività di promozione mai realizzata, che inizia nel 1889 e prosegue fino al secondo decennio del XX secolo, e la comunicazione de La Rinascente a Milano, che sceglie Marcello Dudovich come illustratore principale per circa trentacinque anni, mantenendo così una coerenza stilistica unica e irripetibile. La moda attraverso la pubblicità si fa sogno collettivo: dalle misteriose dame fin de siècle proposte da Aleardo Villa, Leopoldo Metlicovitz e dallo stesso Dudovich nei manifesti dei Magazzini Mele, la cui sontuosa eleganza riflette le ambizioni della nuova classe borghese in crescente ascesa, alle sottili, diafane “donne-crisi” degli anni Venti, che vogliono vedersi finalmente liberate dalla schiavitù dei corsetti e delle stecche di balena, fino alla sportiva e dinamica donna moderna, quale tratteggiata nelle pubblicità degli anni Trenta per La Rinascente. Le strategie promozionali declinate sui diversi mezzi di comunicazione proponevano quanto artisti e illustratori ideavano, interpretando i linguaggi del costume e della società italiana in un periodo di creatività senza precedenti. Il manifesto, in quanto più grande, più evidente, è lo strumento che dalla fine dell’Ottocento ai primi anni Cinquanta tappezzerà i muri delle città costruendo modelli e quindi mondi e modi di partecipazione e rappresentazione. Dopo il successo della mostra alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (Parma) tornano “a casa” 82 manifesti della Collezione Salce.

moda-salce-treviso

Il commento

«Dato lo straordinario percorso sulla moda italiana e sulla sua comunicazione che i curatori hanno costruito, coinvolgendo anche il cinema e non solo, e visto l’altissimo livello qualitativo delle affiches, era d’obbligo proporre anche nella sede di Santa Margherita gli splendidi manifesti che Nando Salce aveva collezionato, e che in questa occasione abbracciano un arco cronologico che va dalla fine dell’ 800 alla metà del ‘900» conclude la direttrice del museo, Elisabetta Pasqualin.

Info&Orari

Da giovedì 22 dicembre 2022
Orari: ven-dom: 10.15-17.45.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moda e pubblicità in Italia, inaugurata la nuova mostra del Museo Salce

TrevisoToday è in caricamento