L'arte del patchwork torna in mostra a Treviso

L’inaugurazione sabato 23 novembre alle 11. Nei weekend successivi saranno ospiti dell’esposizione Patrizia Girlanda, presidente di Quilt Italia, e la “quilter star” Pia Puonti

Immaginare e progettare un disegno, costruirlo pezzetto di stoffa dopo pezzetto, cucire e trapuntare per ottenere un manufatto di pregio ed effetto: la realizzazione di un quilt mette insieme creatività e genialità e per questo, nell’anno in cui si celebra il cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci, l’associazione trevigiana Patchwork Idea titola la XXIV edizione della propria mostra annuale, visitabile da sabato 23 novembre a domenica 8 dicembre a Ca’ Da Noal, Treviso, Patchwork fantasia e ingegno. L’inaugurazione si terrà sabato 23 novembre alle 11. La mostra a ingresso gratuito sarà aperta da martedì a domenica con orario: 10-12.30 e 14.30-18. Chiuso il lunedì.

Il patchwork, nato dalla necessità e oggi sempre più artistico, sottende una accurata ricerca stilistica, tessile, cromatica, nell’utilizzo dei materiali, cura nell’esecuzione ed espressione della creatività. Giunto in Italia negli anni Novanta, qui si è diffuso come un hobby chic e costoso: alcune organizzazioni e quilter, tuttavia, hanno iniziato a elaborare e personalizzare le tecniche, a raffinare la ricerca, ad allargare lo sguardo al contesto internazionale, compiendo un percorso di crescita che li ha portati a realizzare lavori sempre più lontani dal manufatto e più vicini all’opera artistica. I quilter hanno così iniziato ad essere riconosciuti come veri e propri artisti, invitati ad esporre nei maggiori saloni d’Europa e del mondo. I quilt realizzati dalle artiste di Patchwork Idea saranno una sessantina e in modo differente svilupperanno il tema del delicato equilibrio che esiste tra fantasia e ingegno, tra creatività e calcolo. Non mancheranno le dimostrazioni pratiche: sabato 30 novembre l’intera giornata sarà dedicata alla realizzazione di piastrelle nelle varie tecniche patchwork, per spiegare ai vistatori quanta complessità e varietà connoti il mondo dei quilt. Nel weekend successivo, sabato 7 dicembre, sono in programma altri due interessanti appuntamenti per approfondire la conoscenza dell’arte del patchwork. Il primo si terrà alle 15.30 con Patrizia Girlanda, presidente di Quilt Italia, che guiderà i visitatori attraverso un “Viaggio nel colorato e antichissimo mondo dei Korak”, alla scoperta del tipico quilt afgano, caratterizzato da disegni geometrici e nato  come decorazione per le abitazioni. Il secondo, alle 16.30, è intitolato “Come nascono i progetti” e vedrà protagonista Pia Puonti, creativa finlandese d’origine e triestina d’adozione che ha vissuto tra Europa, California e Australia interiorizzando saperi e suggestioni che le hanno permesso di elaborare un proprio personale stile: le sue creazioni, di ispirazione contemporanea, sono state premiate in numerosi concorsi nazionali e internazionali. A seguire saranno annunciati i quilt più apprezzati dal pubblico, che durante la mostra sarà invitato ad esprimere la propria preferenza per uno dei lavori esposti. Infine, i visitatori potranno mettere in pratica la propria creatività con mini corsi, condotti da martedì a domenica dalle socie di Patchwork Idea (prenotazioni presso la mostra, al numero 335 7100322 o info@patchworkidea.net), seguendo il processo produttivo di un oggetto, dalla “materia grezza” fino al confezionamento. 

Nata nel 2000, Patchwork Idea è un’associazione trevigiana che riunisce quilter con abilità diverse. Vi è chi produce solo cose utili e chi, invece, crea quilt per puro piacere creativo. Da sempre, in ogni caso, l'obiettivo dell'associazione è quello di condividere con serenità una passione, nel rispetto di tutte le socie. Ogni anno patchwork Idea realizza una mostra a Treviso: espone i quilt delle socie, ai quali affianca anche altre attività culturali (dall'ospitare artisti con i quali vi è vicinanza, all'organizzare mini corsi di patchwork, al proporre incontri tematici) che concorrono ad arricchire la proposta. Per molti anni, inoltre, la mostra ha ospitato i quilt del Carrefour Européen du Patchwork della Val D'Argent (Francia), il maggior punto di riferimento in Europa per gli appassionati di patchwork. Molte socie hanno esposto i propri lavori in diverse occasioni, sia in Italia che all'estero. Tra queste la mostra nazionale di Quilt Italia, tenutasi a Palazzo Montecitorio a Roma, e a livello internazionale il Carrefour Européen du Patchwork in Val D'Argent - Francia, il World Quilt Carnival di Nagoya in Giappone e il Festival of Quilts di Birmingham, in Inghilterra. Nel 2015 Patchwork Idea, unica organizzazione nazionale invitata al Carrefour Européen du Patchwork, ha rappresentato l’Italia al principale appuntamento europeo del settore. Nel 2018 la “Collezione Treviso” realizzata dall'associazione prendendo spunto dagli affreschi medioevali cittadini è stata ospitata a Praga nella prestigiosa Chodov Fortress, nell’ambito della mostra “Zasita Krasa – Vystava Patchworku” promossa dal gruppo ceco Ten to twelve.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento