menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da www.tronweb.it

Foto da www.tronweb.it

Non c'è Pasqua a Treviso senza la tradizionale e gustosa Fugassa Veneta

La leggenda narra che la sua creazione sia dovuta all'idea di un antico fornaio trevigiano che lavorò la sua pasta di pane con burro, uova e miele fino ad ottenere un dolce soffice

Originariamente dolce dei poveri, la focaccia veneta è un pane lievitato portato nelle tavole in occasione delle feste dove all'impasto base del pane venivano aggiunte uova, burro e zucchero. In ogni zona del Veneto lo si può trovare nelle sue varianti che lo rendono unico di posto in posto. Consumato principalmente a Pasqua è un dolce che può assumere anche la forma di colomba. La leggenda narra che la sua creazione sia dovuta all'idea di un antico fornaio trevigiano che lavorò la sua pasta di pane con burro, uova e miele fino ad ottenere un dolce soffice e leggero, che regalva ai suoi clienti in occasione delle feste pasquali. Secondo quando tramandato dalla tradizione, la fugassa veniva anche preparata in occasioni di fidanzamenti, regalata alla famiglia della promessa sposa con nascosto al suo interno l’anello di fidanzamento.

Ingredienti:

-15gr lievito di birra
-90gr latte tiepido
-90gr farina
-3 uova
-110gr burro,  50 per il primo impasto, 50 per il secondo e altri 50 da aggiungere alla fine della lavorazione
-600gr farina, usare un misto di 25% manitoba e 75% farina 00. 350 per il primo impasto e 250 per il secondo
-190 grzucchero, 110 per il primo impasto e 80 per il secondo
-30gr marsala
-40 gocce di estratto di cedro
-un cicchiaino di sale
-qb vaniglia

focaccia-veneta-3

(Foto da www.gustissimo.it)

La Preparazione:
Si inizia a lavorare il lievito con il latte tiepido e i 90 gr. di farina,  far riposare il composto per circa mezz’ora...

Primo impasto con 2 uova, 50 gr di burro, 350 gr. di farina, 110 gr. di zucchero e si aggiunge il lievitino. Lavorare l’impasto per 10 minuti finchè non risulta abbastanza liscio ed elastico. Far lievitare alcune ore finchè l’impasto non raddoppia di volume.

Secondo impasto con: 1 uovo , 60 gr. di burro, 250 gr. di farina, 80 gr. di zucchero, marsala, cedro, vaniglia. Dopo averlo lavorato per qualche minuto unitelo al precedente lievitato. A questo punto aggiungere il sale e lavorare bene e a lungo. Ne deve risultare un impasto liscio ed elastico, se appare granuloso continuare a lavorarlo. A questo punto potete dividerlo in due per avere due focacce medie. Mettete l’impasto  negli stampi e fate lievitare per la seconda volta a una temperatura di 25/27 gradi per alcune ore da 4 a 6 ore a seconda della temperatura ambiente. Per l’effetto ‘Pandoro’, finita la lavorazione, aggiungete 50 gr. di burro a temperatura ambiente e lavorate la pasta finchè non sarà assorbito leggermente.

Fate sciogliere un paio di cucchiai di zucchero in poca acqua bollente. Quando si è intepiedito spennellare le forme e praticare un paio di incisioni con una lama affilata. Infornate in forno caldo a 170 gradi per c.ca 35 minuti. Per gli stampi usare le forme da pandoro che danno una crosticina molto più apprezzabile.

Augurandovi buon appetito ed invitandovi a continuare a seguirci, vi segnaliamo un altro dolce tipico della cucina veneta, per scoprirlo cliccate qui..

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento