rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
blog Valdobbiadene

A Pianezze una giornata da Indiana Jones in un parco avventura per tenere viva la montagna

Tra le testimonianze raccolte dal videomaker Giovanni Carraro per il suo documentario sul Cesen, anche quella di Adorno Rebuli, gestore del parco e del rifugio Stella Alpina

VALDOBBIADENE Chi sale alle Pianezze può avventurarsi nel parco avventura, aperto soltanto da un anno nel cuore della Pineta Miravalle, per trasformarsi in Indiana Jones. Un’attività ludica, con percorsi acrobatici sugli alberi, liane, passerelle, ponti tibetani e zip lines che mettono alla prova grandi e piccini a partire dai sei anni. E’ un modo anche questo di valorizzare il comprensorio del Monte Cesen, come racconta Giovanni Carraro, videomaker che sta lavorando ad un documentario su uno degli angoli più affascinanti delle Prealpi, collocato tra le province di Treviso e Belluno. Tra le testimonianze raccolte anche quella di Adorno Rebuli, gestore del parco e del rifugio Stella Alpina. “Ho avuto la possibilità – spiega – di poter condurre quest’area in concessione dal comune di Valdobbiadene e ho pensato al Parco Avventura perché così si poteva completare l’offerta a disposizione di quanti salgono qui alle Pianezze”.

Pianezze Avventura richiama ogni settimana centinaia di persone pronte ad affrontare diverse attività, per trascorrere una giornata di divertimento e sport immersi nella natura, sotto l’occhio attento degli istruttori. Per i più piccoli lo scivolo Tubby che permette di correre su una ciambella gonfiabile in un percorso mozzafiato con salto e curva parabolica. E tutto questo in totale sicurezza grazie al sistema Coudou Pro che non permette lo sgancio dei moschettoni finché non si è a terra.

Il mio reportage – spiega Giovanni Carraro – racconta i vecchi mestieri che stanno scomparendo ma anche le nuove opportunità professionali che stanno emergendo e che possono mantenere vivo il Monte Cesen offrendo anche un reddito a chi decide di investire sulla montagna meno conosciuta. E l’esperienza di Adorno Rebuli con il suo parco avventura mi è pare emblematica”. Tutto ciò senza affrontare estenuanti code in auto per raggiungere mete più vocate. Insomma, pace e tranquillità, ma anche adrenalina pura per un divertimento assicurato a due passi da casa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pianezze una giornata da Indiana Jones in un parco avventura per tenere viva la montagna

TrevisoToday è in caricamento