menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La giuria del Premio Architettura città di Oderzo 2020

La giuria del Premio Architettura città di Oderzo 2020

Premio Architettura Città di Oderzo: giuria riunita per scegliere i vincitori

A Palazzo Giacomelli, sede di Assindustria Venetocentro si sono tenuti i lavori della giuria presieduta da Paolo Baratta. Tre i premi assegnati per la 16esima edizione

Si sono tenuti nella prestigiosa cornice di Palazzo Giacomelli a Treviso i lavori della giuria della XVII edizione del Premio Architettura città di Oderzo, presieduta da Paolo Baratta presidente, prima dal 1998 al 2001 e poi dal 2008 al 2020, della Biennale di Venezia. Presenti i referenti del Comitato Organizzativo che hanno seguito da vicino le operazioni dei giurati. L'edizione di quest'anno ha previsto la partecipazione delle opere in concorso suddivise in tre sezioni:

La sezione principale “Premio Architettura città di Oderzo” riservata alle opere in uso realizzate nel territorio delle regioni del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.
La sezione speciale "Architettura dei luoghi di lavoro" che ha visto protagoniste le opere presenti nel territorio nazionale in grado di consolidare il rapporto tra architettura ed impresa e gli edifici le cui caratteristiche sono destinate al lavoro delle persone, ai nuovi modi ed alla prossime sfide dell’imprenditoria italiana.
E infine la nuova sezione speciale "Architettura di montagna" riservata alle opere realizzate di recente in ambiti e territori montani, anche in alta quota, su tutto il territorio nazionale, nata in collaborazione con Dolimiti Rocce.

Giuria e lavori

La commissione presieduti da Paolo Baratta è composta dagli architetti Carlo Birrozzi, Maria Claudia Clemente, Alfonso Femia e dal dottor Massimo Tonello. La commissione nei mesi scorsi ha dato vita a un regolamento contenente i criteri alla luce dei quali sono state selezionate le opere giudicate più meritevoli. La giuria ha esaminato oltre un centinaio, 111 per la precisione, di progetti giunti nei termini previsti dal bando di concorso. Di questi 74 concorrono nella sezione principale Premio Architettura Città di Oderzo, 22 nella sezione 'Architettura dei luoghi di lavoro' e 15 nella nuova sezione speciale nata in collaborazione con Dolimiti Rocce 'Architetture di montagna'. In questi giorni Marco Zanta, fotografo ufficiale del Premio Oderzo, sta realizzando un reportage fotografico tra le opere giudicate più meritevoli con l'obiettivo di fornire alla giuria tutti gli elementi per definire il verdetto relativo al vincitore e ai segnalati. Il Comitato organizzativo inoltre, al fine di rispettare quanto previsto dalla normativa contenuta nel Dpcm del 13 ottobre, ha stabilito che non potendosi tenere al momento una cerimonia in presenza i nomi delle opere selezionate verranno comunicati nel corso di una conferenza alla stampa online la cui data e le cui modalità verranno comunicate quanto prima. Sempre il Comitato Organizzativo ha disposto inoltre di dare evidenza pubblica dei risultati del Premio attraverso una cerimonia in presenza, appena le normative di contrasto alla diffusione dell'epidemia lo consentiranno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento