rotate-mobile
blog Farra di Soligo

Centenario della Grande Guerra, i sassi del Piave diventano presepe

L’opera, dell'artista Mario Zuan, è visibile da qualche giorno al pubblico, nell’atrio del municipio di Farra di Soligo

FARRA DI SOLIGO Evocativo e dal forte valore simbolico il presepe costruito in questi giorno dall’artista locale Mario Zuan con i sassi raccolti sul fiume Piave, nel centenario della Grande guerra. L’opera è visibile da qualche giorno al pubblico, proprio nell’atrio del municipio di Farra, ai piedi del monumento ai Caduti del 1915- 1918. “Sono molto orgoglioso di quest'opera - ha dichiarato il sindaco Giuseppe Nardi- perché, proprio in quest’anno in cui ricorrono i cento anni del primo conflitto mondiale, non c'è cosa migliore di un presepe costruito con i sassi del Piave, fiume sacro alla patria. Sassi calpestati, insanguinati e baciati dai nostri soldati cent’anni fa, nella Battaglia del Solstizio, che ci portò alla vittoria di Vittorio Veneto, con immani sacrifici di vite". "In questo momento difficile attraversato dall’intera umanità, in cui stiamo perdendo il vero valore e il significato della nostra storia - aggiunge il primo cittadino - che questo sia un ricordo e un monito per le nuove generazioni a deprecare ogni tipo di violenza e cercare sempre la pace. E’ un’opera che merita veramente di essere vista e proprio per questo ho pensato che quest’anno sarà il biglietto augurale di Natale che invierò a istituzioni, amministrazioni ed associazioni del comune, in segno di profonda riflessione sul significato del Natale e della pace”. A riportare la notizia è il sito venetouno.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centenario della Grande Guerra, i sassi del Piave diventano presepe

TrevisoToday è in caricamento