rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Blog Conegliano

Boom di prenotazioni scolastiche: prorogata la mostra "A tu per tu con Giotto"

L’apertura, inizialmente prevista dal 7 dicembre al 7 gennaio, sarà prorogata fino al 10 gennaio. Un ottimo successo per l'esposizione che ha catturato l'attenzione di decine di insegnanti

CONEGLIANO Non è ancora aperta ma sarà già prorogata. Boom di prenotazioni da parte delle scuole del coneglianese per la mostra “A tu per tu con Giotto - Alla scoperta della Cappella degli Scrovegni””, inizialmente prevista dal 7 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 a Palazzo Sarcinelli a Conegliano. Le richieste di visita arrivate nella sede della Maratona di Treviso da parte degli istituti scolastici di diverso grado (elementari, medie e superiori) sono state così tante che un mese prima dell’apertura si è già resa necessaria una proroga di tre giorni.

Ha riscosso dunque molto interesse e apprezzamento l’incontro di una decina di giorni fa al Teatro Accademia, con il professor Roberto Filippetti, ideatore e curatore dell’ “esposizione”, prodotta e circuitata da Itaca - Eventi culturali, che porterà nella città del Cima la realizzazione in scala 1:4 della chiesa patavina con la riproduzione ad alta definizione di tutti gli affreschi di Giotto. Il già docente di lettere nei licei e ora professore di iconologia e iconografia cristiana all’Università europea di Roma, ha ammaliato sia gli oltre 450 alunni intervenuti che gli insegnanti, con una dialettica coinvolgente e divertente. Nei giorni successivi gli uffici della storica società sportiva, che organizza l’evento insieme al Centro Culturale Humanitas e a Comunione e Liberazione Diocesi Vittorio Veneto, con il supporto e il patrocinio del Comune di Conegliano, sono stati subissati di telefonate da parte delle scuole. Moltissime le richieste che hanno resa necessario una proroga dell’apertura della mostra fino a mercoledì 10 gennaio 2018.

L’esposizione, che permetterà ai visitatori di approfondire la conoscenza del massimo capolavoro di Giotto e di scoprire e ammirare particolari che con la visita “reale” alla cappella patavina sfuggono, è aperta a tutti (non solo alle scuole) e a ingresso libero. La mostra sarà aperta tutti i giorni (esclusi i festivi) il mattino su prenotazione e il pomeriggio dalle 15 alle 19. Il boom di partecipazione è anche quello degli alunni delle scuole di grado superiore, che, come per la precedente mostra “Explorers - La frontiera del mistero" (organizzata sempre a Palazzo Sarcinelli nel marzo del 2016), hanno scelto di diventare le guide, formate proprio da Filippetti, che accoglieranno e “educheranno” i visitatori, giovani e adulti. Proprio per far fronte ai nuovi giorni di apertura, sarà necessario integrare il team degli studenti-guida, il cui impegno rientra nel contesto dell'alternanza scuola – lavoro (il referente per i contatti con le scuole è il già preside di liceo, il professor Luigi Floriani). “Siamo molto contenti dell’apprezzamento ricevuto dalle scuole – commenta Aldo Zanetti, amministratore unico di Maratona di Treviso –  passando dallo sport alla cultura, rimangono sempre centrale punti centrali attenzione e passione verso i giovani. Siamo convinti che, in un mondo così forviante e complicato come quello di oggi, l’educazione ai sani valori sportivi e alla bellezza della cultura sia la strada giusta per crescere futuri adulti migliori.” Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0438 - 413255 o scrivere a segreteria@trevisomarathon.com .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di prenotazioni scolastiche: prorogata la mostra "A tu per tu con Giotto"

TrevisoToday è in caricamento