Nasce la prima Psicofarm a Treviso

Dall'idea di tre donne e l'unione dei loro talenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Siamo abituati a sentir parlare di beautyfarm, luoghi in cui si ricerca il benessere fisico destinato a un target elitario e facoltoso. Da quegli anni ’80 il solo concetto ha subito trasformazioni: le SPA richiamano molto lo stile delle beautyfarm e il piacere edonistico è oggi alla portata di quasi tutti. Sulla scia della beautyfarm, nasce il concetto di Psicofarm, un luogo per ritrovare equilibrio interiore sperimentando il gioco serio della manipolazione del cibo e della psicoterapia. L’idea è stata sviluppata dalla psicologa psicoterapeuta Elena Santomartino che, frequentando le beautyfarm, si rende conto che al vero cambiamento mancava un tassello: il riposo della mente. Progetta e studia così la prima Psicofarm con il supporto di altre due donne, l’imprenditrice Rina Volpato, proprietaria del B&B sede della Psicofarm a Treviso, e la cuoca Monica Florian. Il percorso ha la durata di una settimana, anche se l’esperienza può essere svolta prenotando un periodo inferiore di giorni a ridosso del weekend. Si chiama Psicologia e Cucina e il legame che unisce queste due discipline. “Abbiamo abbinato la cucina, ma non è un corso di cucina” spiega la dottoressa Santomartino “Semplicemente è un modo diverso e creativo per sperimentare il sé attraverso il cibo. Così come si manipolano i vari ingredienti, misurandoli, aggregandoli, assemblandoli, creando una cosa nuova e diversa ma rimanendo nella sostanza tali, dovremmo imparare a farlo con i nostri contenuti interiori”. Un nuovo modo per mettersi in gioco seriamente e fare esperienze con sè stessi: queste sono le promesse delle autrici, rivolte a tutti coloro che volessero sperimentare la “disintossicazione” della mente. Il programma della Psicofarm si snoda tra prese di coscienza attraverso la parola e la manipolazione del cibo. La persona sarà quindi coinvolta con tutti i suoi sensi per apprezzare le proprietà della materia che lavorerà e abbinerà secondo i suoi gusti. Nella settimana di “disintossicazione della mente” Royal Experience si offrono anche percorsi turistici, storia e arte, shopping e camminate immerse nel verde, liberi di visitare la Marca Trevigiana e portarsi a casa un pezzetto del territorio veneto. Al termine della settimana, la persona avrà acquisito gli strumenti necessari per fronteggiare la quotidianità in modo adeguato. Secondo gli obiettivi della Psicofarm, le persone qui imparano a nutrire la mente oltre al corpo. Per chi volesse sperimentare questo nuovo approccio della conoscenza del sé, sarà possibile contattare la Psicofarm al numero 389 427 6241.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento