Rock 4 Ail, al via la tredicesima edizione: musica e solidarietà

Scatta venerdì a Vittorio Veneto il grande festival musicale a fin di bene. Tre serate di musica a ingresso libero con artisti italiani e internazionali a favore dell'Ail

Un concerto dell'edizione 2018 (Foto tratta da Facebook)

L’ora zero scatterà venerdì 21 giugno e fino a domenica 23 giugno Vittorio Veneto si colorerà di musica, intrattenimento e beneficenza con Rock 4 Ail. Tre giorni di musica live, dj set, percorsi espositivi, live painting, spazio kids, proposte culinarie per il festival musicale benefico organizzato dall’Associazione Synago Onlus in collaborazione con il Progetto Giovani di Vittorio Veneto, giunto alla tredicesima edizione.

Venerdì l’apertura con I hate my village, il nuovissimo progetto della superband formata da quattro grandissimi protagonisti della scena rock nazionale: Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion, chitarrista fra i più raffinati del panorama italiano), il batterista Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours), il cantante Alberto Ferrari (fondatore dei Verdena) e il multistrumentista Marco Fasolo (Jennifer Gentle) si sono uniti in un progetto senza frontiere. Il sound che propongono, frutto del mix tra melodie e ritmi dalla Madre Africa e timbriche occidentali rock-blues, è originalissimo e l’esibizione live, in virtù anche delle straordinarie capacità tecniche e performative dei quattro sul palco, promette di essere veramente indimenticabile. Prima di loro saliranno sul palco di Rock 4 Ail i Cacao Mental, che stanno facendo ballare tutta Italia con il loro show esplosivo di cumbia, elettronica e psichedelia e gli Hit-Kunle, duo patavino autore di un originale tropical rock.

Rock 4 Ail proseguirà sabato 22 giugno con l’attesissimo dj set di Daddy G, fondatore e attuale metà dei Massive Attack, anticipato dal hip-hop di Claver Gold, Tmhh e lvca. Domenica 23 la rassegna si conclude con una giornata dedicata al cantautorato che culminerà con l’esibizione del progetto De André 2.0. Va ricordato che la finalità principale del festival è la raccolta di fondi in favore dell’Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma. Sono più di 60.000 euro, quelli che l’organizzazione ha devoluto in questi anni all’AIL per finanziare molteplici progetti di ricerca come quelli nei reparti di Oncoematologia Pediatrica di Treviso e di Padova. Ma Rock 4 Ail non è solo musica e beneficenza, non mancheranno infatti installazioni artistiche e live painting performances con alcuni tra i migliori street artist locali, un’area dedicata alle famiglie con giochi gonfiabili gratuiti per bambini e ragazzi, un’ area relax, una cucina con un ampio menù che va dal classico street food al vegano, uno stand dedicato alle birre artigianali ed un tendone completamente coperto in caso di maltempo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro un'auto mentre è in bicicletta: morto un ciclista 40enne

  • Il figlio muore per una malattia rara, padre si toglie la vita

  • Suicidio all'Hotel Treviso, 47enne trovato senza vita nella sua stanza

  • Virus incurabile, cantante trevigiana muore a 51 anni

  • Dispositivo anti telelaser in auto, maxi multa per un 32enne

  • Malattia incurabile, farmacista perde la vita a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento